Piccolo linfonodo ingrossato e preoccupazione


Gentile Dottoressa,

lo so che molte mamme le scrivono a proposito di linfonodi ingrossati … però io sono preoccupata e avrei bisogno di un consiglio.

Ho un bimbo di 2 anni e 2 mesi di nome Francesco. Mangia tanto, dorme, è molto vivace, ecc.

I primi di giugno ha fatto una visita di controllo dal pediatra che mi ha detto che c’era un linfonodo ingrossato ma niente di preoccupante. Il 21 luglio è stata fatta un’altra visita dove il pediatra ha trovato il bambino in buone condizioni, era cresciuto, ecc.

Il problema del linfonodo non è nemmeno saltato fuori (il pediatra l’ha toccato in tutti i punti – ascelle, inguine, collo) ma io non mi sono nemmeno posta il problema perché pensavo fosse passato.

Ad agosto, in vacanza, noto che quando Francesco gira la testa è visibile una pallina proprio in mezzo al collo, sul alto destro. Non vuole farsi toccare ma non mi sembra che faccia male. Per tutta l’estate ha perso molta saliva, ma non si fa vedere in bocca, quindi non so se sono usciti altri dentini. Gli mancavano solo i molari. Ho chiamato il pediatra ma mi ha detto al telefono che è normale.

Io sono preoccupata perché ho letto che quando non fa male può essere un linfoma … e poi ormai sono passati 3 mesi da quando il pediatra mi ha detto del linfonodo … come mai non è andato via?

Francesco non ha avuto niente tutto l’inverno, ha fatto una febbre di 3 giorni a fine maggio senza raffreddore, diarrea, niente. A fine giugno si è ripetuta la cosa ma la febbre è durata solo un giorno. A fine luglio ha avuto una gastroenterite con febbre alta. Qualche giorno fa ha avuto un piccolo raffreddore che è passato da solo in pochi giorni. Sono molto preoccupata …

La ringrazio anticipatamente,

Paola


Cara Paola,

io non so quanto sia grosso questo benedetto linfonodo, ma so per certo che se si palpa come una minuscola pallina dalla superficie liscia e omogenea e non bitorzoluta, spostabile e non aderente ai piani sottostanti, non dolente e del diametro approssimativo di meno o uguale a due centimetri, pallina che non fa corpo con altri linfonodi limitrofi, è più che normale che si trovi dove si trova, per tutta quella serie di motivi che ho già avuto modo di elencare in altre risposte analoghe.

Se non tende ad aumentare di volume nel tempo, non è dolente, non è sovrastato da cute infiammata e arrossata, se il bambino sta bene e non presenta pallore, astenia, altri linfonodi ingrossati in altre zone del corpo, febbricola strana, a volte pruriti strani o rash cutanei sul corpo, come ho avuto modo di dire mille e mille volte, è tutto perfettamente nella norma e il linfonodo in questione, ammesso che sia veramente molto più grosso della norma, ridurrà il suo volume dopo mesi ed è assolutamente inutile pensarci con apprensione e continuare a palparlo ossessivamente.

Se, invece, tendesse ad ingrossarsi anche lentamente ma regolarmente senza che altri linfonodi si comportino nello stesso modo, arrivato a tre cm di diametro, cioè superata la dimensione che viene, per convenzione, considerata normale, sarebbe magari opportuno fare una ecografia per capire un po meglio la struttura di questo linfonodo e, se proprio necessario, anche una biopsia: ma il tuo pediatra saprà perfettamente come valutare il problema, ammesso che di problema si tratti.

Un caro saluto,

Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone