Per dormire ha bisogno di contatto fisico


 

Buongiorno,

sono la mamma di due bambini. La seconda ha due mesi.

Le scrivo per chiederle un consiglio su come gestire una sua necessità: per dormire ha sempre bisogno di contatto fisico. Appena la si mette nella culla, dopo due minuti piange per calmarsi solo in braccio. Questo anche la notte. Come fare ad abituare un bimbo così piccolo a dormire tranquillo nel proprio lettino senza stare in braccio?

Grazie

Asseconda la piccola e concedile il contatto fisico che chiede e di cui ha legittimamente bisogno adesso. Verso il sesto mese si sarà sicuramente tranquillizzata un po’ e riuscirai, se avrai costanza e pazienza, a metterla nel suo lettino senza influire troppo sulla sua serenità.

Ogni bambino ha le proprie esigenze e tanto più esse verranno capite e soddisfatte nei primi mesi tanto minori saranno le sue richieste di ascolto in futuro perché si sarà sentito ascoltato e capito e avrà acquisito sicurezza e fiducia sia in se stesso che nel mondo affettivo che lo circonda.

È proprio quando questo ascolto e questa comprensione, in una parola questa empatia tra mamma e bambino stenta a costruirsi e ad esprimersi per vari motivi che si sviluppano i capricci futuri, cioè quei comportamenti da parte del bambino finalizzati ad attirare continuamente l’attenzione su di sé in quanto cresciuto insicuro, instabile emotivamente, insoddisfatto del rapporto con la madre e continuamente bisognoso di rassicurazioni affettive.

Se tu saprai, invece, dare la risposta giusta ad ogni richiesta della tua bimba sin da subito, sgombrando la tua mente da regole e pregiudizi stratificatisi con l’educazione o con l’ascolto di eccessivi consigli esterni, sarai presto ricompensata da un comportamento della piccola sereno e facilmente adattabile.

Ma, come dico spesso, prima di pretendere ciò bisogna avere il coraggio di dare, dare e dare, moltissimo. Solo dopo si potrà cominciare a chiedere e pretendere. Ricordati che ogni bambino ha il suo carattere e i suoi bisogni e anche i paragoni con il fratello maggiore non sono legittimi.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone