Rigurgita sempre la pappa serale


Buongiorno Dottoressa!
Avrei bisogno cortesemente di un suo parere.
Il mio bambino è nato a 38 settimane con il peso di 2,650 Kg e altezza di 49 cm. L’ho allattato fino a 5 mesi e non ha mai sofferto di rigurgiti ed è cresciuto sempre regolarmente. Ora che ha 11 mesi e pesa 11 kg ed e alto 82 cm vomita tutti i giorni soprattutto la pappa serale e ha avuto per due giorni la febbre.
Mi sono rivolta alla pediatra sospettando un attacco di acetone e dopo averle spiegato i sintomi lei mi ha consigliato di darlgli il Biochetasi, una bustina al giorno per tre giorni perché sospetta un virus.
Devo dirle che il bimbo ha sempre gradito la pappa fin dal primo cucchiaio però questi episodi di vomito si sono presentati dal 7 al 9 mese.
Il suo peso attuale è fermo da due settimane; credo che vomitando spesso non riesce ad assimilare gli alimenti. Quando mangia la pappa serale e riamangono 3-4 cucchiaini comincia a rigurgitare.
Potrebbe essere collegato con i succhi gastrici che generalmente salgono verso sera?
La ringrazio anticipatamente.
Cordiali saluti,
Alyna

 

 

Il tuo bimbo è cresciuto molto bene, questo è un dato certo. Per quanto riguarda il vomito: se si tratta di un episodio veramente sporadico che si è presentato altre volte ma a distanza di alcuni mesi, credo che non si possano mettere in relazione tra loro i due o tre episodi. Pertanto, visto che il piccolo ha avuto alcuni giorni di febbre, mi accerterei che non abbia una gola molto infiammata,una abbondante quantità di catarro che ristagna nelle prime vie respiratorie, oppure una otite catarrale perché il vomito può anche essere la spia di una di queste evenienze. Se non vi fosse nulla di tutto ciò, visto che il bimbo presenta un rallentamento di crescita – a 11 mesi, comunque, non è un problema importante e può succedere – si potrebbe pensare ad un esame delle urine o, al limite, ad una urinocultura perché anche una infezione alle vie urinarie può provocare arresto di crescita e manifestazioni gastro-intestinali. Qualora, invece, si trattasse di semplice gastrite residua dopo una gastro enterite virale, bisognerebbe tenere il bimbo a dieta eliminando o riducendo molto i grassi dell’alimentazione, i formaggi, soprattutto se proposti la sera, l’uovo, dando la preferenza al pesce o alla carne bianca come coniglio e tacchino. Per due o tre giorni potresti anche eliminare latte, yogurt e latticini sostituendolo con latte di riso, per esempio, oppure semplicemente con thè e biscotti secchi. Il problema dell’acetone è plausibile solo in caso di febbre alta e scarsa alimentazione del bambino dovuta al malessere del momento: difficilmente i bambini hanno crisi acetonemiche se mangiano correttamente e non hanno febbre. Senza conoscere il bambino non posso essere più precisa di così. Posso solo consigliarti di non forzarlo nella alimentazione, di ridurre la quantità dei pasti magari aumentandone il numero e, come ho detto, di scegliere alimenti con basso contenuto di grassi che sono decisamente più complessi da digerire. Una gastrite virale si risolve in pochi giorni – non pochissimi, però, anche una settimana – con la sola dieta, mentre se il vomito dipendesse da altre cause, solo visitandolo si potrà capire. Escluderei il reflusso gastro esofageo visto che non ha avuto questo problema quando era più piccolo. Qualora vi fosse l’eruzione di qualche dentino, l’infiammazione stessa delle gengive e l’aumentata salivazione possono facilitare il vomito come conseguenza di una faringite in quanto, in questa circostanza, la saliva modifica la sua cmposizione e diventa meno protettiva nei confronti di virus o batteri.

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone