Pallore e piante delle mani e dei piedi arrossati


 

Buongiorno dottoressa,

forse la mia è una preoccupazione immotivata, ma ho notato che oggi il mio bimbo (3 mesi + 22 giorni, nato prematuro a 35 settimane) era particolarmente pallido e sia i palmi delle manine sia i palmi dei piedini erano arrossati, mentre la temperatura era normale (cioè né alta né bassa).

L’episodio si è ripetuto due volte nell’arco della giornata. Per il resto ha mangiato e "giocato" normalmente, solo per il sonno è stato un po’ diverso: infatti si addormentava subito senza storie, ma nel sonno era inquieto. È il caso di preoccuparsi se dovesse ricapitare, oppure è una cosa frequente?

Grazie in anticipo per la risposta

Palmi delle mani e pianta dei piedi possono arrossarsi in seguito ad alcune malattie infettive che, però, non hanno mai questi sintomi come unici e isolati, ma presentano inevitabilmente febbre, oppure esantema in altre zone della cute, catarro, gola infiammata, ecc. Pertanto mi sento di poter escludere con certezza la possibilità che si tratti di una malattia in atto.

Anche una certa labilità del sistema neurovegetativo del bambino molto piccolo può manifestarsi con zone cutanee più arrossate e altre meno vascolarizzate. La circolazione periferica, inoltre, nel lattante è deficitaria, quindi, in certi momenti, si può manifestare un certo ristagno circolatorio alle estremità dove, tra l’altro, la pelle è sottile e più trasparente e i vasi sanguigni più superficiali quindi più visibili.

Se mani e piedi, oltre che più arrossati, erano anche sudati, facilmente si può ipotizzare il caldo e una reazione neurovegetativa, specie se dopo il pasto; niente di patologico, quindi. Però, senza vedere il bimbo, non sono in grado di essere più precisa di così, purtroppo.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone