Pallore e dolore agli arti inferiori


 

Buongiorno Dottoressa,

sono la mamma di una bambina di 4 anni e 8 mesi che è sempre stata molto vivace ed attiva. Ha ripreso da 2 settimane a frequentare l’asilo perché a casa a causa dell’influenza che ha colpito tutta la famiglia.

Sto notando in questi giorni che è piuttosto pallida talvolta con occhiaie, quando camminiamo chiede di venire in braccio perché lamenta dolori agli arti inferiori (dice dal ginocchio in giù), di notte dorme in maniera piuttosto agitata e dopo una settimana dalla ripresa dell’asilo, le è tornato un raffreddore e tosse dovuta al fatto che non riesce a scaricare dal naso (le metto la fisiologica mattino e sera e da 2 giorni .anche gocce di argento protei nato, che sembra stiano facendo sciogliere il muco).

Inoltre da una settimana ha perso il primo dentino (incisivo inferiore) ed il suo vicino sta dondolando.

Per aiutare l’appetito e come ricostituente le sto dando Natura Mix Aboca (Carpantin, Be-Total, Protovit provati in precedenza non le fanno nulla). Ora Le chiedo: pensa che i sintomi sopra descritti debbano essere valutati da un pediatra?

Le spiego, in questi giorni, leggendo dispense di pediatria e non, riguardanti meningite e leucemia, mi sembra di ricondurre i sintomi che presenta la mia bambina a tali malattie ed ho la paura di trascurarli perché anche in famiglia mi dicono " per un semplice raffreddore"…

Inoltre ho anche prenotato per Aprile la vaccinazione anti-meningococco, Lei pensa che ho fatto bene?

La ringrazio per l’attenzione che vorrà come sempre riservarmi.
Arianna

Se ti è possibile, porta la bimba per alcuni giorni (sarebbe bello se potessero essere almeno due settimane) in montagna, almeno quando il clima sarà un po’ più mite, diciamo ad inizio o metà marzo. Nell’attesa, chiedi consiglio al tuo pediatra per eventuali analisi da praticare come emocromo, sideremia, indici di flogosi, ecc.

Al limite, per scrupolo, falla anche visitare da un otorino. Io rimanderei un po’ la vaccinazione antimeningococcica perché la bimba non è nella fascia di età a maggior rischio e sarebbe bene che fosse vaccinata in un momento di pieno benessere.

Aprile è ancora lontano, quindi non ti consiglio di disdire l’appuntamento, per ora, ma soltanto di pensare al vaccino solo se la bimba stesse perfettamente bene. L’influenza non è una malattia da trascurare perché può lasciare degli strascichi anche lunghi di malessere generale.

Per quanto riguarda i vari ricostituenti: ho avuto più volte modo di esprimere i miei dubbi in proposito: meglio una terapia mirata qualora le analisi dessero risposte anomale in qualche modo (ferro in caso di anemia ferripriva ecc., ecc.).

Cura molto l’alimentazione della piccola e non farle mancare proteine nobili della carne o del poesce e frutta e verdure fresche per l’apporto vitaminico e di oligoelementi.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone