Non vuole più latte, con cosa sostituirlo?

 

Gentilissima dottoressa,

ho un bimbo di 26 mesi che finora ha sempre mangiato di tutto ma da alcuni giorni (cioè da quando la nostra pediatra ci ha detto che potevamo sostituire il latte di crescita con il latte intero fresco) non ne vuole più sapere del latte né a colazione né prima di andare a dormire.

Ho provato anche a ripristinare il latte di crescita (mio nestlè) ma non vuole più nemmeno quello nemmeno se gli faccio vedere il flaconcino. Mi chiede il tè e mangia il tè con i biscotti. Premetto che a colazione non è che avesse mai mangiato tantissimo. HO provato a sostituire anche il latte con lo yogurt, ma con scarsi risultati. Mi chiedevo se è proprio necessario il latte nell’alimentazione di un bimbo e con cosa sostituirlo eventualmente (formaggio? ) o se in alternativa secondo lei potrei provare ad aggiungere cioccolato al latte o un po’ di orzo solubile.

So che non è sicuramente un quesito importantissimo quello che le pongo. Mio figlio è alto 88 cm e pesa 11 kg e mezzo. Io non sono altissima (1.50) e mio marito è 1.70. Pensa che sia uno sviluppo regolare per un bimbo nato il 20 giugno 2007? C’è qualcosa che posso fare per aumentare la crescita in altezza? Però come sviluppo intellettuale è avanti rispetto gli altri bimbi, è veramente un bimbo intelligentissimo e parla quasi come un adulto.

La ringrazio per le risposte che vorrà darmi, Paola

Il tuo bimbo non è molto alto, come, del resto, non siete altissimi nemmeno voi genitori; però la sua altezza si colloca su un percentile superiore a quello del peso, percentile del resto nella fascia di normalità. Pertanto non ritengo opportuno nessun tipo di accertamento di tipo auxologico o endocrinologico.

Lascia che si muova molto e in libertà almeno fino al settimo anno, poi cercherai di abituarlo a sport dove la corsa e il salto abbiano un ruolo importante: in questo modo verrà stimolato lo sviluppo delle ossa lunghe, cioè delle gambe.

Per il latte, non ti preoccupare: non darglielo per alcune settimane, a meno che non te lo richieda nuovamente e aumenta un pochino, ma non troppo, i formaggi, specialmente parmigiano perché ricco di proteine e di calcio e ricotta di mucca perché povera di grassi. Proteine, calcio e sali minerali si trovano, anche se in proporzioni diverse, in molti altri alimenti e tanti bambini intolleranti a molti latti non ne fanno uso crescendo comunque normalmente.

Puoi comunque aggiungere un po’ di orzo solubile e, ogni tanto, del cacao magro al latte oppure continuare con il latte di crescita per alcuni altri mesi, visto che si trova già aromatizzato al cacao.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone