Non mangia, come comportarsi?

0
75

Buongiorno dott.ssa,

Alessandro, 22 mesi, è da due settimane, che non vuole mangiare più niente di solido, ma vuole solo pappe, e anche a scuola non mangia niente se non è frullato. Non so più come fare!

Preparo diversi tipi di cibo a pasto per invogliarlo ma finisce tutto al gatto. Ho pensato alla gola ma dopo visita da otorino la gola è ok. Ho pensato ai denti ma almeno al tatto non sento protuberanze o gengive gonfie.

Sono capricci?!? Come mi devo comportare, lo devo lasciar fare o impormi?

Ieri ad esempio gli ho fatto l’hamburger e i pisellini che lui di solito divora ma non ha toccato cibo, voleva solo la pizza bianca, mi sono arrabbiata e l’ho lasciato senza cena, ma alle 22, sentendomi una madre snaturata, gli ho fatto il biberon!

Mi dia un consiglio , non so più come comportarmi.

Un caro saluto

Emanuela


Ti sei comportata benissimo fino al biberon, che, salvo tragedie intollerabili, non andava dato. La tesi dei capricci è la più accreditata, data l’età, allora ti consiglio questo: mantieni un atteggiamento sereno ma non troppo accondiscendente quando il bimbo fa i capricci; preparagli cose che sai essere giuste per l’età e per i suoi gusti, senza scervellarti o diventare schiava dei caprici del bimbo.

Se non vuole mangiare, dopo un primo momento di paziente insistenza e tentativi di convincimento, se insiste nel suo rifiuto, lascia perdere e passa alla frutta che, comunque, credo, avrebbe preso dopo il pasto. Se non vuole neanche quella, lascialo senza cena, almeno quella volta.

Il giorno dopo, preparagli una pappa come piace di più a lui, cioè omogenea e frullata: se, per qualche motivo, rifiuta anche quella, continua pure a lasciarlo senza alternative.

Ricordati che se sta anche qualche giorno senza alimentarsi come di dovere non succede nulla, purché beva e assuma liquidi. Puoi anche provare a preparare le pietanze separatamente, cioè primo e secondo, dandone uno solo alla volta e se non lo vuole, passare al secondo come alternativa già pronta.

Ma, se dopo avere concesso al bimbo il concedibile, i capricci continuassero, mostrati dispiaciuta, delusa e triste ma mai arrabbiata e innervosita: vedrai che dopo un po il bimbo cambierà atteggiamento pur di continuare ad avere le tue attenzioni e a non vederti così affettivamente distante e poco propensa a dargli retta.

Un caro saluto,

Daniela

Vota questo articolo