Non cammina a 18 mesi: possono essere i piedi piatti?


Buongiorno Dottoressa,

mio figlio ha 18 mesi e solo da un mese comincia a muovere i primi passi; ad oggi, richiede ancora entrambe le mani della mamma per camminare, accettando solo raramente di essere sostenuto con una mano sola.

Premettendo che la sua mamma (io) ha camminato a 17 mesi e il suo papà a 15, mi sono comunque chiesta se possono esserci altre cause per questo ritardo.

La pediatra mi ha sempre rassicurata in merito, dicendomi che non ci sono anomalie, ma ultimamente mi è venuto un dubbio: poiché mio marito ha piedi piuttosto piatti, e osservando quelli di mio figlio mi è sembrato di vedere solo una leggera infossatura all’interno della sua pianta del piede, potrebbe essere questo uno dei motivi del ritardo nel camminare? Se così fosse, che misure dovrei adottare?

Grazie per l’aiuto. I migliori saluti, Laura

No, i bimbi iniziano a camminare quando si sentono pronti per farlo e quando hanno acquisito un sufficiente equilibrio oltre ad una sufficiente coordinazione motoria.

Il piede piatto è fisiologico nei primi mesi perché la muscolatura della pianta dei piedi è ancora morbida e poco tonica e si appiattisce ancora sotto il peso del corpo. Nessuna preoccupazione e molto stimolo a fare camminare il bimbo, tenendoti, però, dietro di lui e non davanti quando cammina con l’aiuto delle tue mani.

Fra un po’ ti metterai a fianco a lui e gli darai una sola mano poi, prima di quanto pensi, sarà lui a sfuggirti di mano e tu a doverlo rincorrere.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone