Nidex per aiutare una bimba stitica? 2



Gentile dott. Daniela,

eccomi di nuovo a scriverle per avere il suo parere: la mia Isabella cresce bene, ha 6 mesi e mezzo e pesa 7 k e 500 g.

Ho iniziato a svezzarla a 5 mesi, ma dopo circa 3 settimane ho notato che aveva
difficoltà ad evacuare, il problema persiste, tanto che sono talvolta costretta a farle dei microclisteri.

Premetto che mangia tanta verdura e frutta, beve molto, ho eliminato mela grattugiata e crema di riso, spesso le somministro la prugna.

Il mio quesito è: potrebbe essere il latte? Sono passata da nidina 1 excel a nidina 2 pe, ricordo che per il mio primo figlio aggiungevo nidex al latte artificiale.

Lei cosa mi suggerisce? O dovrei invece cambiare latte?

Le chiedo inoltre se la pappa serale deve essere pastina come a pranzo, come suggerisce il mio pediatra. Io in genere preparo purea di verdure con olio e parmigiano o crema mais/semolino con formaggino (pasti morbidi per aiutarla nell’evacuazione)

Grazie per le sue risposte che saranno come di consueto esaurienti logiche ed empaticamente in accordo con tutte noi mamme.

Cordiali saluti

Annalisa e Isabella

Un cambiamento importante nella alimentazione di un lattante può portarea modificazioni dell’alvo nei primi tempi. I rimedi possono essere, peresempio, l’estrema gradualità dei vari cambiamenti, cioè un solo alimento nuovo alla volta e introduzione del secondo solo dopo circa unasettimana, l’introduzione dell’avena come pappa di cereali assieme al mais e alla tapioca, l’aumento dei liquidi assunti nella giornata, l’aggiunta di malto destrine come il Nidex nel latte o in altri liquidi -da due a sei cucchiaini al giorno secondo necessità – e a volte il ritorno ad un latte numero uno anziché numero due in quanto i latti numero uno sono pù ricchi di lattosio che  è uno zucchero blamdamente lassativo.

Anche la diminuzione della quantità di formaggi potrebbe giovare per esempio eliminando il parmigiano nelle pappe quando è presentela carne o il formaggino o la ricotta. I cereali devono essee presenti sia a pranzo che a cena e possono variare, cioè di giorno potresti areogni tanto pappa di avena e sera mais e tapioca o pastina o viceversa.

Fai bere alla bimba acqua di rubinetto o comunque un’acqua non più oligominerale come di solito viene consigliato nei primi mesi.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone