Neonato che piange e mamma in difficoltà


Buongiorno dottoressa,

le scrivo per avere un consiglio. Sono mamma di un bimbo di appena 35 giorni: oltre alle varie difficoltà che incontra una neo mamma, tra le quali un allattamento al seno doloroso, mi ritrovo ad avere un bimbo lagnoso tutto il giorno, che piange spesso e ha difficoltà ad addormentarsi.

Io mi sento stanca e demoralizzata, cosa devo fare? Quali potrebbero le causa del suo malessere?

Grazie

 


Senza visitare il bimbo è veramente difficile capire cosa possa avere: dalla fame, o meglio, dalla mancanza di sazietà, alle colichette, al reflusso gastroesofageo, tutto è possibile, incluso uno stato generico di tensione e nervosismo che la mamma stanca e demoralizzata può trasmettergli.

Scandagliando un po’ tutti i possibili problemi: rifletti e controlla se il bimbo si attacca al seno in modo corretto, perché una suzione scorretta, con le labbra che tirano soltanto il capezzolo lasciando fuori il resto dell’areola mammaria, si traduce in dolore e in suzione inefficace.

Poi, esponi al tuo pediatra il dubbio di un ipotetico reflusso gastroesofageo, allatta il bimbo tenendolo in posizione semi seduta, o comunque con il tronco rialzato rispetto alle gambe e con viso e tronco in asse di fronte al seno a contatto con il corpo materno: il bimbo, cioè, non deve essere costretto a girare il collo da un lato quando si attacca al seno.

Fai mente locale sulla tua alimentazione in modo da escludere che vi siano alcuni cibi che possono disturbare la digestione del bimbo. Il pediatra, inoltre, dovrebbe escludere una otite e, se il bimbo tende a mangiare poco, una infezione alle vie urinarie. Organizza la tua giornata con degli aiuti che ti permettano di prenderti dei momenti di relax tutti per te per poter dormire un po’ anche durante il giorno o semplicemente per poter uscire per una o due ore senza il bimbo, uscendo subito dopo la poppata e tornando per quella successiva.

Rilassati, fatti coccolare e fatti aiutare nelle faccende quotidiane. Esclusi tutti i possibili disturbi di ordine medico, non ti resta che rasserenarti e attendere con fiducia di esserti finalmente assuefatta alla nuova vita e alla nuova situazione esistenziale: ce la farai come ce l’hanno fatta tutte le mamme finora, da che mondo è mondo.

Se senti odore di depressione, non portarti il peso addosso da sola ma cerca un colloquio con uno psicologo oltre a confidarti con tuo marito, tua mamma e con le amiche più fidate che ti conoscono e ti stimano. E anche tu, abbi cura di te come stai avendo cura del tuo bimbo, stimati, cerca di volerti bene e sii ottimista.

Un caro saluto,

Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone