Nata pretermine: vaccinazioni e latte artificiale


 

Gentile dottoressa,

la mia bambina è nata il 20 luglio alla 31+5 settimana, di peso 1370 gr, cm 41, apgar 8/9. Non ha avuto grossi problemi respiratori, 2 giorni cpap e poi ossigeno in culla per la prima settimana. Attualmente l’eco cerebrale non è ancora a posto (ma in miglioramento). Pesa circa 4500 gr ed è lunga 60 cm.

Ho due domande, la prima riguarda la vaccinazione anti-influenzale.

Ha iniziato ad ottobre la somministrazione del Synagis, non ha ancora fatto l’esavalente e pneumococco (era per fine settembre ma all’asl non l’hanno vaccinata vista la situazione dell’eco cerebrale! il pediatra che la segue ha scritto una raccomandazione per la vaccinazione e lo farà il 3 dicembre). Vorrei farle fare anche il Rotavirus come mi aveva consigliato in un precedente post (ho chiesto in ospedale dove è seguita ma non lo fanno).

Attualmente lei non può ancora essere vaccinata per l’influenza, visto che ha un’età corretta di quasi due mesi. Io e mio marito ci siamo vaccinati per l’influenza, per evitare di ammalarci noi e contagiarla, e appena possibile faremo anche quello per l’influenza A per lo stesso motivo. Facciamo attenzione a non esporla a rischi di contagio, quindi non la portiamo mai in luoghi pubblici affollati, né frequentiamo persone che abbiano sintomi influenzali in corso e seguiamo le regole igieniche comuni, persino le metto la mascherina quando la porto in ospedale per i controlli, ma devo dire che ho ugualmente paura che si ammali…

Potrò vaccinarla dopo i 6 mesi? Corretti o anagrafici? Nel primo caso dovrò aspettare marzo oppure sarà gennaio 2010. Cos’altro posso fare per proteggerla?

La seconda domanda riguarda invece la scelta del latte artificiale.

Si è alimentata il primo mese con latte materno, poi Prenidina fino ai 3500 gr. Ho provato il Nidina 1 (che la rende più stitica) e ora il Plasmon 1, sia liquido che in polvere…

Mangia cinque volte, tre pasti da 120 gr ogni 3-3,5 h durante il giorno mentre il primo del mattino e l’ultimo della sera 150 gr (visto che dalle 20 alle 7 del giorno dopo non mangia più gliene do un po’ di più).

Da quando siamo passati all’1 però, la pupu è di un colore verde spinacio, a volte dura (con difficoltà di evaquazione), a volte più morbida. Non rigurgita, si lamenta un po’ dopo mangiato e dopo due ore dal pasto, ma le passa in fretta. Soffre un po’ di aria nel pancino, prende Reuterin da quando ha iniziato ad alimentarsi con il latte artificiale. Quale latte scegliere?

Grazie come sempre dei consigli, buona giornata

Tutti i latti artificiali possono procurare qualche fastidio intestinale, ma potresti provare con Milupa conformil 1, adatto per coliche e stitichezza.

Per quanto riguarda la vaccinazione antirotavirus, a mio parere sei in ritardo e non so se valga ancora la pena farla visto che è bene iniziarla entro il secondo mese di vita e poco dopo in caso di prematurità. Il calendario vaccinale dei prematuri in linea di massima segue la normale età cronologica e solo nei grossi prematuri si possono posticipare un po’ le vaccinazioni, ma non tanto da iniziarle calcolando l’età corretta, al massimo posticipandole di due o tre settimane. La formazione di anticorpi è soddisfacente anche nei prematuri, specie quando si fanno i richiami.

Le misure che avete adottato per proteggere la piccola dall’influenza sono corrette e, compatibilmente con il calendario vaccinale tradizionale, dall’inizio di febbraio in poi potrai riprendere in mano la decisione se vaccinarla o meno contro la pandemica visto che avrà già più di sei mesi di età anagrafica. In quel periodo si avranno le idee più chiare sull’evoluzione di questa pandemia.

Non procrastinare, invece, la vaccinazione antipneumococco, molto utile per proteggere la bimba sia contro le infezioni primarie da pneumococco che le possibili complicazioni polmonari secondarie all’influenza, pandemica o stagionale che sia.

Il colore verde delle feci dipende dai batteri che si sviluppano sia all’interno dell’intestino che fuori, dopo che sono state emesse e sono rimaste a contatto con l’aria anche per breve tempo, ma anche tisane al finocchio e camomille varie modificano il colore delle feci.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone