Meteorismo dopo l’anno di età


Gentilissima Dott.ssa,

Le chiedo di nuovo un parere. Finora i suoi consigli sono serviti a chiarirci le idee ed aiutarci, purtroppo l’inesperienza crea ansie magari banali.

Ecco la domanda: a 13 mesi mio figlio, per una sua voracità, ha ancora tanta aria nella pancia ed una notte l’ha passata piangendo per ben 4 ore in quanto emetteva aria e poi piangeva.

Secondo il pediatra, ciò è dovuto alla sua voracità che però non so come arginare e ci ha consigliato la tisana al finocchio o alginor per 15/22 gocce nelle crisi più gravi. Siccome stiamo cercando di stare attenti alla sua crescita, 10,530kg per 78 cm, la sua dieta si compone di latte parz. scremato (180ml) con 2 cucchiaini di biscotto granulato, al nido gli danno un biscotto di benvenuto, poi pranzo da grandi (primo secondo e frutta), merenda yogurt con un biscottino e la sera, su consiglio Suo e pediatra poi (abbiamo eliminato i crackers), gli diamo nell’attesa un pezzetto di pane o pizza bianca, e monopiatto di 200 ml brodo vegetale, 2 cucchiai di pastina, con alternanza di carne per 40 gr (idem pesce) 20 di prosciutto cotto, un cucchiaino solo di olio e a volte un cucchiaino di parmigiano, i formaggi non gli piacciono anche se vorrei provare la ricotta (ma quale dovrei scegliere di capra o di mucca?).

Poi preparo la mela cotta o la pera grattugiata o, spero mi perdoni per la poca attenzione, un vasetto e mezzo (diciamo 120gr) di frutta omogeneizzata + mezzo biscotto se continua ad essere affamato. Abbiamo tolto il latte ma alla sera si beve 300ml di acqua con 4 cucchiaini scarsi di finocchio. 

Quando non la beve inizia a svegliarsi e per l’appunto ad emettere aria dal pancino, piangendo subito dopo. Come considera la sua dieta?

Va bene per tenere sotto controllo il peso o è troppo, e cosa possiamo fare per questa aria nella pancia. Non so se può essere utile ma ha ancora l’ernia ombelicale che non si è riassorbita come speravamo.

Grazie mille!

Serena


Cara Serena,

dal punto di vista della crescita il bimbo sta più che bene perché peso e altezza si trovano sullo stesso percentile (circa 75°): sta quindi crescendo in modo armonico. Per quanto riguarda le coliche, visto che quello che mangia a casa mi sembra equilibrato e ben controllato, a parte la tisana, di cui parlerò dopo, dovresti capire cosa "spolvera via" all’asilo. A 13 mesi sarà già nel reparto medi con una alimentazione diversa dai lattanti, ma soprattutto con porzioni non troppo controllate, uguali per tutti, che abbiano un anno o poco più o che ne abbiano già due. Inoltre, spesso all’asilo danno pasta e legumi, di solito lenticchie, cavolfiore che è facile da cucinare e, magari, assieme a patate o altri ingredienti, messo al forno, costituisce un piatto unico pratico e anche gradito. Sto solo immaginando, ma siccome ho lavorato a lungo anche in scuole e asili nido, so come funzionano le cose.

Dovresti allora farti preparare una dieta piuttosto rigorosa dal tuo pediatra, oppure chiedendo alla nutrizionista del sito, più che altro eliminando i cibi che possono creare fermentazione o molto gas come, appunto, cavoli, broccoli, legumi (anche quelli mischiati al brodo vegetale), soprattutto se non decorticati, carciofi cucinati includendo anche le foglie, anche se solo le più tenere e, secondo me, dovresti stare attenta con latte e derivati, cioè latticini. La mattina potresti dare anche qualche grammo in più di latte, ma magari puoi togliere lo yogurt del pomeriggio per qualche giorno: integrerai a cena con più formaggio grana o comunque formaggio stagionato solido, senza siero di latte come hanno  la mozzarella, lo yogurt o la ricotta (che comunque dovrebbe essere di mucca). Dando la sera un po’ più di parmigiano o di caciotta colmerai la carenza dello yogurth pomeridiano e il bambino assumerà meno sieroproteine del latte.

Per quanto riguarda la tisana, sarebbe bene che tu la preparassi con semplici sacchetti di semi di finocchio o di camomilla, perché il granulato è arricchito con molto zucchero. Potresti dolcificare il tutto con uno o massimo due cucchiaini di miele, ma se preparassi solo 150 gr di camomilla o tisana anziché il biberon pieno, potresti mettere solo un cucchiaino di miele o zucchero. Devi inoltre valutare quanta frutta mangia complessivamente durante il giorno: di norma basterebbe un frutto, un frutto e mezzo al giorno, variamente distribuito e grattato o cotto. Cerca poi di dare sempre biscotti secchi tipo Mellin o Plasmon oppure tipo Oro Saiwa e non a pasta frolla come i frollini o simili, perché contengono molti più grassi. Con una dieta attenta che potresti consegnare al nido per alcuni giorni per prova, riuscirai a capire se il meteorismo del piccolo dipende solo dalla sua voracità, cioè dalle sue modalità di assunzione del cibo, oppure da qualcosa che gli crea problemi e che basterebbe eliminare.

Per quanto riguarda l’ernia ombelicale, non sapendo quanto è grande e se protrude molto riducendosi poi con difficoltà, non posso dirti nulla, però se, ora che ha compiuto l’anno fosse ancora molto voluminosa con tendenza a protrudere e difficoltà a rientrare, forse un consiglio di un chirurgo pediatra io lo cercherei. Se, invece, fosse stata molto grande alla nascita o dopo qualche settimana e tendesse ora a ridursi spontaneamente, non ci sarebbe altro da fare che aspettare. Qualsiasi sia il motivo del meteorismo del piccolo, io comunque ti consiglierei un ciclo di probiotici o di fermenti lattici dati tutti i giorni sotto forma di capsule da aprire e sciogliere loa polverina in poca acqua o latte o succo di frutta.

Un caro saluto,

Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento