Mangia ogni 2/3 ore e sono molto stanca


 

Buongiorno dottoressa

le scrivo da mamma molto ma molto stanca. Mio figlio è nato il 13 agosto 2009 e pesava 2,470 ora ha poco più di 5 mesi e l’ultima pesata effettuata il 15.01.09 era kg. 6,300

Il pediatra mi aveva detto di iniziare lo svezzamento al compimento del 4 mese ma invece del 13.12.09 ho iniziato al 01.01.2010 perché continuava a mangiare ogni 2/3 ore anche di notte, lo allatto esclusivamente io.

Ho iniziato con brodo vegetale e la crema di riso a mezzogiorno e la frutta al pomeriggio con successo mangiava tutto molto volentieri. Poi dopo una decina di giorni si è ammalato virus intestinale e da quel momento anche quando guarito non mi ha preso più la pappa non ne vuole sapere chiude la bocca e gira la testa la frutta invece ogni tanto la mangia e ogni tanto no.

Vuole solo il mio latte ed ha ricominciato a mangiare ancora ogni 2/3 ore e così anche di notte. Io sono stanca anche perché la notte dormo poco e lui di giorno fa i pisolini di mezz’ora non riesco a recuperare. Ho provato ad offrirgli il latte artificiale per vedere come si comportava ma non lo vuole ora non so se era il latte o il biberon. Adesso volevo provare a tirarmi il latte per vedere quanto mangia. Quando lo attacco le poppate non durano più di 10 minuti .

Che consigli può darmi ?? La ringrazio per la risposta

Un caro saluto

Claudia

Il bimbo è nato di basso peso e in questi mesi è cresciuto egregiamente con il solo latte tuo, anche se ti sei dovuta sacrificare accettando poppate molto frequenti. Pertanto io non mi preoccuperei del fatto che tu non sia in grado di portare avanti l’allattamento perché fin qui ci sei riuscita egregiamente. Il bimbo è nato con un peso basso – non mi precisi se era prematuro o meno – quindi non ha urgenza né di essere svezzato, visto che non ha ancora compiuto i sei mesi, né di avere delle aggiunte di latte artificiale che, come vedi, rifiuta palesemente. Il fatto che si attacchi al seno così spesso può dipendere da tre motivi: scarsa produzione del tuo latte, scarsa capienza dello stomaco del bimbo visto che è piccolino, con senso di sazietà precoce, fastidi legati al reflusso gastroesofageo che suggeriscono al bimbo di attaccarsi spesso al seno indipendentemente dalla sua sazietà.

Questi tre motivi giustificherebbero le poppate frequenti, quindi, ovviamente, forse quantitativamente un po’ scarse. Io non penserei affatto al latte artificiale come aggiunta ma piuttosto valuterei assieme al tuo pediatra l’ipotesi del reflusso gastroesofageo a giustificazione del sonno frequentemente interrotto del piccolo. Poi, un po’ di pazienza almeno fino al sesto mese e potrai iniziare a svezzarlo con le prime pappe, continuando a non somministrare latte artificiale. Solo allora le poppate al seno diminuiranno di numero. Nel frattempo cerca di riposare quando il bimbo riposa e, in questo modo, di recuperare una stanchezza più che comprensibile. Ma vedrai che se riuscirai a guardare oltre questo periodo impegnativo troverai la forza per continuare così quel tanto che basta per fare crescere ancora un po il tuo piccolo e ce la farai, come ce l’hanno fatta e ce la stanno facendo anche stringendo i denti, milioni di neomamme da che mondo è mondo. Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone