Male all’orecchio e antidolorifici


Buongiorno dott.ssa,

le riscrivo perché il mio bambino di quattro anni, spesso, dietro a raffreddori, lamenta mal d’orecchio. La terapia che adotto è sempre la stessa: una suppostina di Tachipirina, per poi farlo vedere se entro le 48 non passa il dolore, alla pediatra.

Vorrei chiederle se esiste qualcos’altro, tipo Lonarid (anche se tutti dicono che è forte), magari più specifico. La mattina, poi, dopo il mal d’orecchio, si sveglia con il padiglione umidiccio di liquido trasparente o giallino.

Inoltre, vorrei sapere se posso mettere delle goccine tipo Anauran quando ha il dolore e se posso continuare magari a fare l’areosol per asciugare il muco, visto che di soffiare il naso proprio non vuole saperne.

Grazie.


È bene che il bimbo sia visitato dal pediatra o dall’otorino quando ha mal d’orecchio, perché se una otite catarrale semplice può giovarsi di antidolorifici e di mucolitici, oltre che di anestetici locali come anauran o otalgan, in caso di piccola perforazione del timpano, in conseguenza di una eccessiva tensione dovuta al catarro tubarico, le gocce locali non si devono assolutamente mettere.

Trovare il cuscino sporco di secrezione proveniente sicuramente dall’orecchio, inoltre, deve indurre ulteriormente a fare controllare il piccolo: una otite bollosa, virale, può, infatti, essere responsabile, rompendosi, del liquido fuoriuscito senza per forza pensare, in questo caso, che il timpano sia stato intaccato, ma se fosse una fuoriuscita di materiale mucoso o mucopurulento in seguito a perforazione timpanica, a volte sarebbe bene somministrare antibiotici oltre ai comuni antidolorifici e questo si può decidere soltanto dopo visita otoscopica.

Il Lonarid è un antidolorifico molto efficace di vecchia data e di buona memoria che non si trova più facilmente nelle farmacie. Può essere un valido sostituto della Tachipirina, ma attualmente si preferisce prescrivere, come antidolorifico, o, appunto, la Tachipirina o un antinfiammatorio non steroideo come il Nureflex.

Un caro saluto,

Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone