Macchia sospetta


Salve Dottoressa,
mi permetto di chiedere il suo consiglio per una macchia di colore giallone/marrone di circa 5 cm che è uscita a mio figlio Michele nella zona del fianco dx (a metà tra la vita e l’ascella) sin dalla nascita e che secondo il mio pediatra sarebbe dovuta sparire durante il suo primo anno di vita.  
Oggi mio figlio ha 4 anni e non è mai sparita, anzi è cresciuta di circa 1 cm. All’interno di essa, si formano delle piccole bollicine che appaiono e hanno una durata di circa una settimana. Questo fenomeno avviene costantemente e di continuo. A lui provocano tanto prurito. In allegato Le invio una foto che sono riuscita a scattare.
Anticipatamente La ringrazio per i suoi consigli.
Saluti
Giovanna

Cara Giovanna,
ti ringrazio per la fiducia ma è sempre molto difficile azzardare una diagnosi da una semplice foto: non prendere quindi, ovviamente, per oro colato quanto ti dirò ma fai visitare il tuo bimbo da un buon dermatologo e poi, per favore, dimmi la sua diagnosi ché sono curiosa.
A me sembra un mastocitoma solitario, una zona di cute dove si sono accumulate alcune cellule (mastociti, appunto) tipiche per svilupparsi e attivarsi in caso di manifestazioni allergiche o orticarioidi. Questo spiegherebbe il prurito.
Se fosse un mastocitoma sarebbe congenito e non dipendente da una allergia. Un semplice accumulo di tipo malformativo di cellule che, quando attivate da uno stimolo irritativo come sfregamento, eccesso di calore cutaneo, bagno o doccia con acqua calda e sfregamento per asciugarsi, fanno fuoriuscire delle sostanze (istamina) che producono le bolle sovrastanti e il conseguente prurito, proprio come nell’orticaria.
Se fosse mastocitoma potrebbe passare con gli anni, ma anche molto lentamente, con periodi di remissione e di riacutizzazione. Di dermatiti con bolle comunque ne esistono moltissime, alcune anche congenite, così come esistono alcuni angiomi, piuttosto rari per la verità, che hanno proprio questo tipo di colorazione giallastra e brunastra e alcuni nevi.
La prima cosa che mi è venuta in mente, però, è stata il mastocitoma. Ma il tuo pediatra che diagnosi ha fatto alla nascita? Ti chiedo scusa se, in fondo, rispondo alla tua domanda con un’altra domanda ma la medicina è tutt’altro che un tirare a indovinare ed è sempre fondamentale approfondire.
Un caro saluto,
Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone