Linfonodo


Gentile Dottoressa,
ci siamo scritte qualche mese fa a proposito di un problema legato ad un linfonodo mandibolare ingrossato in mia figlia di quasi 5 anni. Si risolse con somministrazione di antibiotico per 10 gg (il linfonodo in questione era passato da una dimensione di un ovetto a quella di una mandorla…così si espresse la pediatra).
La scorsa settimana Chiara ha avuto un po’ di febbre (unica punta di 38.3, poi sempre sui 37.5), un leggero mal di gola e tanto raffreddore, la curo con 3 gg di Nurofen (era un week end) e il lunedì sento la pediatra che mi dice, visto che il muco era giallo, di procedere con un antibiotico (cefalosporina) per 6 gg, senza visitarla. Provo ad attendere e la piccola migliora in 3/4 gg , cioè mal di gola sparito, raffreddore calato e cmq muco quasi trasparente. In via di guarigione il linfonodo (sempre lo stesso) si gonfia nuovamente ed ora non so se effettivamente partire con somministrazione dell’antibiotico o se si può ritenere che il rigonfiamento dello stesso linfonodo sia da considerarsi una mera reazione all’infezione degli scorsi giorni.
Come devo comportarmi?
Grazie mille, Laura



Il linfonodo in questione si è ingrossato in seguito alla precedente infezione. In quella occasione aveva assunto dimensioni importanti che sono poi regredite. Però, quando il tessuto linfatico di cui sono composti i linfonodi si ipertreofizza, aumenta anche il numero delle cellule che lo compongono e non solo le loro dimensioni. Cessata la fase acuta infiammatoria, il volume di ogni singola cellula torna più o meno alla normalità ma il numero complessivo di linfociti rimane alto. Per questo motivo, ad una successiva flogosi il volume del linfonodo spesso riaumenta velocemente. Stai già somministrando antibiotici e non c’è bisogno di altro. Prosegui la somministrazione per un giorno o due dopo la scomparsa di febbre e muco ma non fintanto che noti il linfonodo ingrossato: il suo ritorno alla normalità sarà più lento ma questo non significa che l’infezione sia ancora in atto.

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento