Linfonodo evidente


Gentilissima dott.ssa,
ho un bimbo di 5 anni che non ha mai avuto problemi particolari, a parte le solite infezioni ricorrenti alle tonsilli o alle adenoidi. E’ da quasi un anno che ha un linfonodo sotto la mandibola destra che si vede piuttosto bene se alza la testa. Lo hanno visto due pediatri e tutti mi hanno detto che non e’ niente, che essendo un bimbo linfatico e’ normale che sia cosi’, in quanto avendo quasi sempre la gola un po’ arrossata non ce la farà mai a scomparire del tutto. Ho notato infatti che ci sono dei momenti che non si vede quasi per niente e in altri in cui invece si vede benissimo e, inoltre, se glielo tocco si ritrae come se avesse fastidio.
Vorrei gentilmente un consiglio da Lei .
Scusi ma sono una mamma troppo ansiosa!!!
Roberta

Cara Roberta, l’ingrossamento dei linfonodi superficiali in corrispondenza di stazioni linfatiche più interne come sono le tonsille e le adenoidi costituiscono in effetti una reazione satellite complementare. Nei linfonodi, poi, alcuni virus possono trovare il loro habitat ideale e non muoversi più per mesi o anni, come avviene, per esempio, per alcuni  virus come quelli che danno la mononucleosi e questo fa sì che il o i linfonodi, dopo essersi ingrossati a seguito di una infezione localizzata, non si sgonfiano se non molto tardivamente, sempre che non abbiano motivo di rigonfiarsi per una nuova infezione.
Cosa si deve controllare allora per stare tranquilli?
Innanzitutto forma, dimensioni e localizzazione del linfonodo che preoccupa. Un linfonodo solo, ben palpabile anche se un po’ dolente quando lo si tocca,  grande uno, massimo due centimetri di diametro, ben spostabile quando lo si tocca, che scivola cioè sui piani sottostanti e non dimostra di essere aderente né ad un altro linfonodo né alla cute; uno o due linfonodi che si palpano solo in un punto e non sono la spia di una linfadenopatia generalizzata, in un bambino senza febbre né febbricola né anemia sospetta o astenia o altri sintomi preoccupanti; un linfonodo a superficie liscia e di consistenza duro-elastica, normalmente non deve preoccupare.
Il tuo pediatra saprà rassicurarti e ti puoi fidare. C’è sempre comunque la possibilità di praticare alcune analisi del sangue e anche una ecografia del linfonodo per valutarne la struttura interna. Ma il tuo medico saprà indirizzarti nel migliore dei modi.
Un caro saluto,
Daniela 

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone