Latti speciali

Gentile dottoressa,

avrei bisogno di una delucidazione.
A febbraio un pediatra a pagamento ha riscontrato a mio figlio (allora aveva 4 mesi e mezzo) un reflusso secondario, dovuto ad intolleranza al latte artificiale che gli stavamo dando (Neolatte 1). All’ecografia risultava infatti che, dopo quasi 3 ore dalla poppata precedente, c’era ancora latte nello stomaco. A livello fisico nessuna anomalia: nessuna ernia, valvola chiusa. In aggiunta il bimbo ha frequenti eritemi soprattutto sulla fronte.
Siamo così passati al latte Pregomin.
Leggendo una sua discussione precedente e a seguito di una ricerca online, Le vorrei chiedere: si potrebbe sostituire il Pregomin con il Neolatte HA2 PLUS al compimento del sesto mese?
Oppure devo continuare con Pregomin o altro latte HD?
Grazie mille
Ylenia

I latti cosiddetti dietetici che si prescrivono in caso di allergia alle proteine vaccine si dividono essenzialmente in tre categorie: quelli contenenti proteine totalmente idrolisate, altrimenti detti latti ad idrolisi spinta, come il pregomin che ti è stato prescritto, dove le proteine vaccine sono state scisse fino ad ottenere aminoacidi elementari incapaci di provocare reazioni allergiche, latti così detti ipoallergenici, con una idrolisi delle proteine meno spinta rispetto ai latti precedenti, contenenti, cioè, aminoacidi più complessi dei precedenti, come tutti i latti denominati dalla sigla HA che significa appunto, ipoallergenico e i latti contenenti proteine non di derivazione vaccina come i latti di soia o di altri cereali, il latte di capra e quello di asina.

Quindi un latte HA, per quanto ipoallergenico sia, non è mai così sicuro come un latte ad idrolisi totale delle proteine e può andar bene, al limite, per dei casi di intolleranza lieve ma non di spiccata allergia alle proteine vaccine. Si tratta, quindi, di capire che tipo di allergia o di intolleranza ha il tuo bimbo nei confronti delle proteine vaccine. Io continuerei con questo latte almeno fino al divezzamento del bimbo, cioè almeno fino a quando il piccolo non assuma due pappe diverse dal latte e solo due, massimo tre pasti di latte nell’arco delle 24 ore.

Dopo potrai sostituire, per prova, una poppata di pregomin con una di latte numero due ipoallergenico e se tutto andrà bene, dopo alcuni giorni o settimane, anche la seconda ed eventualmente la terza poppata. Ma tanta prudenza è necessaria solo in caso di accertata allergia alle proteine vaccine, altrimenti potrebbe anche essere eccessiva. Purtroppo io non ho elementi per valutare la reale entità del problema.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone