Latte HA Unipo Milte e rigurgiti


Gentile Dottoressa, ho una bimba di 4 mesi con rigurgiti abbondanti peggiorati verso il secondo mese (stop crescita e reflusso). Iniziato Ranidil: calo rigurgiti ma scarso accrescimento quindi allattamento misto dal terzo mese(+300g 150g 150g 250g in 4settimane). Può dare allergie usare LF HA con LM? Problemi di svezzamento? Che percentile di crescita seguire? Deve recuperare? (3,350 nascita 50cm, 3,550 I mese, 4,300, II mesi 56cm, stop 3 settimane, 4670 III mesi, poi iniziato LF, ora 5,600 61cm). Grazie Francesca

 

La tua bimba, indubbiamente, ha iniziato a crescere in modo soddisfacente solo dopo l’introduzione del latte artificiale, pertanto, di questa integrazione ha senz’altro bisogno. I latti ipoallergenici non preservano del tutto dall’allergia alle proteine vaccine e possono anch’essi dare problemi ma solo in bambini francamente allergici ad esse nei quali questa allergia, di solito, si manifesta non solo con rigurgiti o scarso accrescimento ma anche con problemi gastrointestinali (vomito, diarrea) manifestazioni cutanee, dolori addominali e presenza di muco e/o sangue occulto nelle feci. Per questi soggetti i latti HA non sono assolutamente sufficienti in quanto il trattamento di idrolisi che subiscono le proteine in essi contenute non è sufficientemente spinto da eliminare del tutto il loro potere allergenico. Ma si opta per un latte ad idrolisi spinta o di soia oppure non contenente proteine vaccine solo in caso di allergia accertata a queste ultime. L’accrescimento attuale della bimba risente dei mesi di arresto di crescita ponderale ma la sua lunghezza è più che soddisfacente e anche il peso, comunque, si mantiene su percentili perfettamente nella norma anche se inferiori rispetto alla lunghezza. Io ti consiglierei di non pesarla più con la stessa assiduità ma solo mensilmente fino al sesto mese e ogni due mesi in seguito a meno che non insorgano problemi intercorrenti. Al limite potrei consigliarti uno svezzamento con introduzione di cibi semi solidi più precoce di quanto normalmente consigliato, cioè fra un mesetto, sia per ridurre la quantità di latte somministrato in favore di brodo vegetale, farine, ecc., sia per ispessire maggiormente i cibi. Non ti preoccupare troppo dei percentili. ne esistono di vari e cambiano spesso in relazione alle variazioni delle modalità di accrescimento dei bambini nei vari decenni. Ricorda comunque che mano mano che passano i trimestri la velocità di crescita fisiologica del bambino diminuisce e se nel primo trimestre era di 700-1000 gr al mese, nel secondo sarà di 600-massimo 700 gr al mese, nel terzo di 500 se non di meno e attorno al primo anno di vita non più di 300-400 gr. Questo significa che l’aumento di peso, come valutazione complessiva della salute globale del bambino, perde di importanza man mano che passa il tempo e va valutata prendendo in considerazione un arco di tempo sempre più lungo.

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone