Latte congelato: cambia sapore?


Salve,
sono Simona, mamma di Luca, 5 mesi.
Lunedi devo riprendere il lavoro, mi sono organizzata in questi mesi levandomi il latte e congelandolo, avevo provato a darglielo col biberon un paio di volte con buon successo.
Sono due giorni che riprovo ma niente, solo a vederlo, Luca comincia a dare di matto, mi sta venendo il dubbio che sia cattivo, come posso fare a saperlo?
Ho provato anche con quello pronto ma niente, per favore un consiglio, sono disperata.
Spero trovi il tempo per rispondermi,
grazie.

Probabilmente la mia proposta ti farà inorridire: assaggialo e comparalo con il sapore del tuo latte "fresco". Non hai altra soluzione per capire se il bimbo rifiuta il latte congelato a causa del sapore diverso che può avere acquisito o perché non accetta la tettarella.
Controlla anche che la temperatura sia corretta. Se continua a rifiutare il biberon con il tuo latte congelato (problema di facile comprensione visto che al seno trova ancora tutto quello che desidera e ovviamente non può capire il motivo di questo "dispetto") non hai molta scelta: o rimandi il rientro al lavoro o, se fai il part-time, svezzi il bimbo con una pappa che qualcuno gli darà al posto tuo mentre sei fuori (devi però chiedere il parere del tuo pediatra ed eventualmente cominciare subito per abituarlo) o tiri il latte un giorno per l’altro dopo ogni poppata più la notte e lo conservi in un biberon sterile in frigo senza congelarlo (fino a 12-24 ore si può), integrando la poppata al biberon, se fosse scarsa, con un cucchiaino o due di biscotto primi mesi granulato e/o un po di frutta omogeneizzata, o gli dai il latte artificiale (numero uno perché più vicino al sapore del latte di donna) senza preoccuparti troppo dei primi inevitabili rifiuti, più psicologici che dovuti a diverso sapore, per la verità.
La vera fame è brutta: a forza di rifiutare la tettarella e di restare a digiuno o quasi, scenderà a più miti consigli.
Ma forse, se rifiutasse la tettarella ostinatamente, lo svezzamento con la prima pappa mi sembra la soluzione più ragionevole, tanto fra un mese lo dovrà affrontare comunque.
In bocca al lupo!
Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento