Isolamento dagli altri bambini, causa indebolimento


 

Gentilissima Dottoressa,

grazie infinite della sua risposta così chiara e completa, che mi ha tolto tante preoccupazioni e dubbi alimentati dalla mia scarsa conoscenza e dalle informazioni parziali che avevo.

Avevo proprio deciso di tenere la piccola a casa dall’asilo fino a fine febbraio, ma quasi, quasi, prolungo di un mese ulteriore.

Perdoni la mia ulteriore domanda, per me molto importante: l’allontanamento dalla comunità (asilo) è facilmente praticabile organizzandomi con una tata, ma rispetto agli altri bambini? Intende dire che devo tenerla lontana dai cuginetti o amichetti vari che frequentiamo ad esempio la domenica per tutto l’inverno?

Mi chiedevo anche se le malattie esantematiche che si scateneranno giusto a primavera potrebbero essere per lei causa di ricadute per quest’anno.

La ringrazio moltissimo ancora, con stima,

Anna



Farle frequentare alcuni bambini al parco, cioè in ambiente aperto e non al chiuso e farla stare ogni tanto con un cuginetto non le farà certo male, e sarà sempre meglio che farla uscire di mattina presto col freddo per andare all’asilo e farla stare assieme a tanti altri bimbi per molte ore in ambiente chiuso e sempre, a mio parere, insufficientemente areato per paura delle correnti d’aria e dei rimproveri delle mamme ansiose.

Per di più, per problemi lavorativi, le mamme, attualmente, tendono a portare all’asilo bambini malaticci e mai completamente guariti, quindi l’asilo si trasforma in una incubatrice per germi o poco più (parlo dal punto di vista sanitario, s’intende, perché dal punto di vista pedagogico è sempre un’ottima esperienza, anche se i bimbi ne traggono veramente giovamento soltanto verso i due anni e dai due anni in su).

Non temere le malattie esantematiche più di tanto e, a tempo debito, vaccina la bimba per morbillo, parotite, rosolia e varicella: diventerà invulnerabile!

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone