Intollerante al lattosio, non è il caso di reintrodurre il latte vaccino


 

Salve dottoressa

come le avevo già scritto mio figlio secondo diagnosi del pediatra è intollerante al lattosio perché all’età di un mese presentava sangue nelle feci.

Gli do il latte pregomin della milupa da un anno però mi chiedevo se mio figlio così assume calcio. Posso provare a dargli del latte vaccino? Ho paura ma quale dargli inizialmente? E se si dovesse ripresentare sangue nelle feci non è pericoloso?

Il latte pregomin è un latte per intolleranza alle proteine del latte vaccino, oltre ad essere privo di lattosio. Tutti i latti anche adattati, dietetici e modificati sono arricchiti con calcio, ferro, oligoelementi, ecc., quindi puoi stare tranquilla che il bimbo assume calcio in quantità adeguata comunque..

L’introduzione del latte vaccino, in un soggetto che non lo assume a causa di una intolleranza, deve essere decisa dal pediatra che lo segue e che ha ritenuto opportuno prescrivergli quel tipo di latte particolare.

Non puoi deciderlo tu spontaneamente né tanto meno io che non conosco il bambino. Di solito, in caso di allergia alle proteine del latte vaccino, l’introduzione del latte vaccino si prova al compimento del primo anno di vita. Continuo a pensare, in base al latte che ti è stato prescritto dal tuo pediatra, che il bimbo non abbia una intolleranza al lattosio ma alle proteine vaccine. Ma continuo a potermi sbagliare. L’intolleranza al lattosio potrebbe essere un fenomeno secondario qualora il sangue che è stato visto nelle feci fosse successivo ad un episodio di diarrea, magari virale: in tal caso andrebbe introdotto nuovamente dopo non più di un mesetto dalla sua eliminazione post diarrea, ma, ripeto, continua a non essermi molto chiaro il problema del tuo bimbo.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento