Info vaccinazioni


Gentile dottoressa,
sono chiara mamma di alberto di quasi 15 mesi.
Alberto fino ad ora ha fatto 3 richiami di vaccino a 3,5 e 13 mesi dell’esavalente e del pneumococco
Sono indecisa e poco propensa a procedere con l’MPR e il meningococco e vorrrei leggere il suo parere a riguardo. Alberto frequenta il nido da quando aveva 8 mesi e mezzo e la meningite mi fa una discreta paura. Fare il meningococco non vuol dire preservarli al 100% dati i vari ceppi e a me i vaccini fanno ugualmente paura .
Qual’è secondo lei l’età GIUSTA per procedere? E soprattutto posso pretendere di farli in separata sede?
Dopo vari ragionamenti la mia idea era di procedere prima dell’estate col meningococco e verso i 2 anni (li farà a dicembre) con l’mpr.

In questo modo la somministrazione sarà unica o ci saranno richiami?

Grazie dell’attenzione

Chiara



Un bimbo che frequenta precocemente una comunità scolastica trarrà vantaggio dalle vaccinazioni antimeningococcica e trivalente anti morbillo parotite e rosolia. Fino ai 10-11 anni, il vaccino antimeningococcico tetravalente attualmente disponibile è, si, immunogenico, ma stimola la produzione di anticorpi specifici poco duraturi e soprattutto, anche se contiene 4 tipi di antigeni meningococcici – A,C,W135 E Y – non contiene l’antigene contro il ceppo B, piuttosto frequente nei paesi occidentali anche se più raro del C. Pertanto, il vaccino antimeningococcico C è, attualmente, l’unico consigliato per i bambini piccoli a meno che non si preveda che essi debbano recarsi a breve in paesi dove la meningite da meningococco A o Y o altro siano endemiche. Compiuto il primo anno di età, la vaccinazione anti meningococco C ha bisogno di una sola dose e tale vaccinazione potrà essere ripetuta in adolescenza, magari utilizzando il vaccino tetravalente che, a quell’età, avrà una efficacia durevole. Per l’immunizzazione contro il ceppo B, purtroppo, bisogn aancora aspettare. Tale vaccinazione – anti meningococco C – può anche essere effettuata assieme a quella anti morbillo parotite e rosolia, purché, ovviamente, in un’altra siringa e in un’altra zona del corpo, ma non vedo il motivo di stressare il bimbo. Quindi si possono distanziare le vaccinazioni di due mesi . Per la meningite, le due fasce di età a rischio sono quelle da 0 a 3 anni e da 12-13 anni a 25-30 anni, quindi è bene procedere adesso. Per morbillo parotite e rosolia non vi sono particolari picchi di rischio: tutta l’età infantile è a rischio pertanto le vaccinazioni andrebbero tutte iniziate presto anche se, così facendo, diventano necessari, spesso, altri richiami per fissare adeguatamente la memoria immunitaria nei confronti di quelle malattie.

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone