Infezione alle urine e ecografia al rene


 

Salve,

sono mamma di una bimba di 5 mesi che ha avuto e che continua ad avere alcuni problemi.

Tempo fa è stata al pronto soccorso perché non riusciva ad attaccarsi al seno piangendo continuamente,le avevano diagnosticato otite media più un’infezione all’urina. È stata curata prima con augumentin e poi con cefixoral, ora l’otite sembra migliorata ma l’infezione all’urina di specie batterica pseudomonas con carica batterica 500.000 no. Inoltre a volte ancora piange quando devo attaccarla al seno, ora dovrò fare un ecografia ai reni e sono molto preoccupata.

Cosa dovrò aspettarmi?

Tety79

Bisogna capire se l’infezione urinaria è stata curata adeguatamente e per un numero sufficiente di giorni e nonostante tutto è ricomparsa oppure non è mai scomparsa del tutto e dopo la sospensione dell’antibiotico i germi si sono nuovamente rimoltiplicati.

Si tratta, cioè, di capire se la bimba ha avuto una sola infezione alle vie urinarie prolungatasi nel tempo perché non adeguatamente e completamente debellata una prima volta o se, nonostante la prima guarigione, per un motivo che si dovrà accertare, si è ripresentata. In questo caso, di solito, si iniziano gli accertamenti strumentali come cistoureterografia minzionale o scintigrafia renale o ecografia non prima del terzo episodio di infezione urinaria recidivante se le varie infezioni si sono limitate alla vescica e prima se, invece, la bimba ha avuto una vera cistopielite o una nefrite.

Se si arriva alla decisione di indagare morfologicamente le vie urinarie è per approfondire un sospetto di malformazione alle vie urinarie come reflusso vescico ureterale, uretere malformato o dilatato o altre malformazioni a un livello qualsiasi dell’apparato urinario dal rene in giù ipoteticamente responsabile di provocare un ostacolo al deflusso dell’urina quindi del relativo ristagno o reflusso urinario verso l’alto durante la minzione.

L’urina non emessa ristagnante in vescica o negli ureteri o più in alto è suscettibile di infettarsi con germi provenienti dall’esterno risaliti attraverso l’uretra (evenienza tanto più frequente quanto più bassa è l’ipotetica malformazione). Non tutte le ipotetiche malformazioni alle vie urinarie sono visibili ecograficamente, ma con l’ecografia si possono escludere o evidenziare le malformazioni più comuni: eventualmente risultasse qualche problema malformativo all’origine delle infezioni urinarie ripetute, esso, comunque, non deve preoccupare più di tanto perché è possibile che con la crescita della bambina la situazione migliori da sola oppure che si tratti di una malformazione (sempre che ci sia) di scarso significato clinico.

È per questo che, sapendo che in buona parte dei casi non è necessario arrivare all’eliminazione dell’ipotetica malformazione chirurgicamente perché con il tempo può non dare più segni di sé spontaneamente, non si ricorre di solito immediatamente agli accertamenti ma solo quando le infezioni alle vie urinarie si fanno frequenti e ripetute mettendo così a rischio l’integrità anche funzionale dei reni stessi.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone