Inappetenza


Buongiorno,

ho una bambina di 14 mesi che pesa 7.9 kg. È nata a 36 settimane con un peso di soli 2,180 kg, fino a tre mesi la sua crescita era buona, ma a seguito di un infezione alle vie urinarie, la bambina ha cominciato a non mangiare più volentieri il latte. Inizialmente si erano presentati anche problemi di reflusso curati con Ranidil. A 5 mesi ha iniziato lo svezzamento ciò sembrava aver migliorato la situazione, scomparso il reflusso e mangiava tutte le pappe… ma il peso non aumentava. La pediatra ci ha fatto fare tutte le analisi intolleranze, esami del sangue, urine e eco cardiache, tutte negative.
Ora la bambina non vuole più il latte la mattina, mangia a malapena del budino o quasi un vasetto di yogurt e un frutto. A pranzo 3 cucchiai e 1/2 di pasta all’olio con 4 cucchiaini di grana, un omo di carne che non sempre mangia, in alternativa propongo il grana, o la sottiletta o qualche fetta di prosciutto, abbinati a un po’ di verdura (carote o zucchine) e infine un pezzo di banana o di pera. A merenda, un fruttolo e un pezzo di cracker o un po’ di yogurt con il biscotto. A cena 270 ml di brodo con 4 cucchiai di pasta e un omo di carne e di pesce, verdura passata, grana e olio, pappa che non sempre finisce. Alla bambina propongo ancora gli omo perché ha solo 2 dentini, abbiamo provato a dagli la carne ma non riesce a mangiarla. Il momento del pranzo e della cena è un incubo, lei è svogliata, si agita nel seggiolone, vuole i giochi, bisogna attrarre la sua attenzione con delle canzoncine. In più a concludere la situazione lei cresce poco ed è sotto peso. Ad agosto pesava 6,950 a novembre 7,900. Cosa posso fare?

Non devi fare proprio nulla se non tranquillizzarti del tutto e metterti l’animo in pace. La bimba, se fosse nata a termine, forse avrebbe raggiunto 3 chili o poco più, il che la colloca su un percentile non troppo alto da subito. Inoltre, crescere di peso un chilo in 4 mesi significa, in media, crescere 250 gr al mese: una crescita più che normale per una bimba che ha già compiuto un anno. Per di più, il percentile sul quale si collocava il suo peso ad agosto era inferiore a quello sul quale si colloca ora. Inferiore di poco ma comunque inferiore e questo mi farebbe pensare che la piccola stia lentamente recuperando. Tra l’altro lo scarto di peso rispetto al percentile minimo considerato normale non è tale da collocare la bimba in una fascia di sotto peso patologico.

Bisognerebbe, poi, sapere peso e altezza dei genitori alla stessa età della bimba e soprattutto conoscere l’altezza attuale della bimba: se quest’ultima fosse nella norma e le sue masse muscolari, ancorché modeste, fossero toniche e, come si dice comunemente, "belle toste", non si dovrebbe assolutamente parlare di stato di malnutrizione e nemmeno di magrezza patologica. Da come mi descrivi, la piccola mangia anche molto, cioè le prepari pappe abbondanti per il suo peso e se non termina le sue scodelline, dato che è minuta con esigenze nutrizionali leggermente inferiori ad altri bambini più robusti e sviluppati, tenderei a dire che ha ragione lei a non finire i piatti.

Non tormentarla con inutili insistenze e non essere assillante al momento dei pasti per non alimentare ulteriormente un rifiuto che più che da inappetenza potrebbe dipendere da un atteggiamento psicologico di opposizione al tuo, eccessivamente pressante. Se puoi, prova ad inserirla all’asilo in modo che acquisisca una sua indipendenza e impari a mangiare assieme ad altri bambini e cerca di incoraggiare apertamente ogni suo progresso nella acquisizione delle varie autonomie. La piccola se la sta prendendo comoda: in fondo ha già avuto fretta di nascere e ora vuole recuperare "in lentezza": che male c’è?

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone