Ige e intolleranze


Gentile dottoressa,
la disturbo per una curiosità.
so che quando è presente un’allergia, le ige totali sono mosse, se non alte.
mi chiedevo se variano anche in presenza di intolleranza (lattosio, glutine), o se in questo caso non è possibile rilevare variazioni.

grazie mille,
francesca




No, le intolleranze alimentari sono scatenate da un meccanismo, sempre immunologico come per le allergie, ma cellulo-mediato e non umorale. Questo significa che nelle intolleranze alimentari, contrariamente alle allergie, non vi è circolazione, nel sangue, di una aumentata quantità di immunoglobuline E o di altro tipo. Si sa soltanto che, in caso di intolleranza ad una determinata sostanza, l’organismo mette in atto una serie di reazioni immunitarie che coinvolgono i globuli bianchi, soprattutto i linfociti, distogliendoli, così, dal loro compito fondamentale che è quello di contrastare le infezioni. Pertanto, uno dei sintomi di intolleranza , oltre ai più noti problemi di natura intestinale, può essere una maggior facilità ad ammalarsi, cioè un calo delle difese immunitarie senza che vi sia, però, una riduzione del numero e della funzionalità delle cellule del sistema immunitario e delle immunoglobuline ma soltanto una loro utilizzazione “altrove”. Le uniche intolleranze attualmente studiabili scientificamente, che io sappia, sono l’intolleranza al glutine e quella al lattosio. Molti test che promettono di scoprire intolleranze non hanno a tutt’oggi conferme scientifiche sufficienti per essere considerati validi.

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone