Gola irritata e arrossata da tempo


Buon giorno Dottoressa,

la mia bimba di 3 anni, ha sempre la gola irritata; più in particolare, 15 giorni fa, ha avuto la febbre altissima curata ovviamente con antibiotici in quanto aveva le placche alla gola e da allora non si è ripresa, nel senso che continua ad avere la gola arrossata.

Cosa mi consiglia?

Grazie

 


Gola infiammata, tonsille gonfie, linfonodi in corrispondenza delle tonsille ingrossati, associati o meno a lingua patinosa e alito cattivo, con o senza febbricola, imporrebbero un tampone faringeo per ricerca di streptococco beta emolitico.

Semplice gola molto infiammata con tampone faringeo negativo per streptococco può, invece, voler dire che in questo periodo la bimba subisce alcune aggressioni virali a ripetizione e non fa in tempo a guarire da una che ne inizia subito un’altra.

Comunque, anche con gola rossa, se la bimba sta bene, è vivace, non ha perso l’appetito, non è particolarmente pallida, io non farei proprio nulla.

Però, se oltre alla gola arrossata avesse linfonodi particolarmente ingrossati che non regrediscono dopo la terapia antibiotica e la guarigione (non mi riferisco ai soliti linfonodi facilmente palpabili della stragrande maggioranza dei bambini ma a linfonodi particolarmente grossi, con diametro superiore a 2 cm), se si notassero pallore e inappetenza, se ci fosse un piccolo rialzo febbrile anche solo serale (superiore alla variazione fisiologica di temperatura che vi è tra la mattina e la sera), meglio sarebbe fare un tampone faringeo, un emocromo, una ves, un tas ed eventualmente una pcr per stabilire se vi è una infezione batterica.

Il riscontro del solo tampone faringeo positivo per streptococco, comunque, in assenza di sintomi collaterali di infezione e con analisi negative, non giustifica la terapia antibiotica perché, in tal caso, la bimba potrebbe essere soltanto portatrice sana di streptococco e i portatori sani di streptococco non vanno trattati con antibiotico a meno che non siano a rischio di malattia reumatica per fattori genetici o conviventi con soggetti a loro volta a rischio di malattia reumatica.

Una gola perennemente arrossata che "pizzica" e brucia può anche essere sintomo di allergia ad inquinanti ambientali o atmosferici.

Un caro saluto,

Daniela

 

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone