Glucosio nelle urine a 26 mesi


 

Buongiorno dottoressa,

la settimana scorsa ho fatto fare a mio figlio (26 mesi) le analisi delle urine perché spesso si portava le mani sul pisellino e la pipì aveva uno strano odore.

Dai risultati delle analisi è risultato una infezione da Escherichia Coli (1000000 per cc) curato con antibiotico. Purtroppo dalle analisi è risultato anche 1g/l di glucosio nelle urine e sono corsa dalla pediatra immediatamente.

Lei mi ha detto che non è nulla di grave perché può succedere che si abbia questo valore alterato nel corso di infezione alle vie urinarie e che il bambino non ha nessuna altro sintomo che possa far pensare al diabete (non è dimagrito ultimamente, non beve molto e fa pipì in quantità normali, non mostra stanchezza).

Per sicurezza in farmacia gli ho fatto fare l’esame della glicemia immediato con una goccia di sangue dal dito e il risultato è stato 97 dopo due ore dalla merenda. Ho comprato anche le strisce per verificare la presenza di zucchero nelle urine ma hanno dato esito negativo.

Ho ripetuto l’esame della glicemia dopo una settimana a digiuno la mattina ed ho ottenuto il valore 84. Posso stare tranquilla sul fatto che mio figlio non abbia il diabete o devo ancora indagare? Il valore del glucosio nella pipì può essere dovuto al fatto che il campione di urine è stato prelevato dopo che il bimbo ha fatto la colazione e non a stomaco vuoto?

La ringrazio infinitamente se vorrà rispondermi, Tania

A volte, alcuni soggetti hanno una ridotta soglia renale per il glucosio, cioè possono eliminare glucosio con le urine senza avere per forza una glicemia fuori dalla norma. Questo abbassamento della soglia renale per il glucosio può essere congenito, quindi è da considerarsi fisiologico, oppure secondario ad una patologia renale o ad una iperglicemia anche transitoria come può succedere dopo avere assunto un pasto piuttosto ricco di zuccheri.

A volte capita in soggetti che assumono troppa vitamina D, a loro non necessaria e i bambini piccoli vengono spesso imbottiti di vitamina D. A volte, ma raramente, una glicosuria senza iperglicemia si può manifestare in soggetti con patologie metaboliche come la cistinosi o altre, ma si tratta di malattie rare.

Siccome dopo una infezione alle vie urinarie è necessario controllare le urine per alcune volte con una certa periodicità anche dopo la guarigione, vorrà dire che ogni 20 giorni per almeno due altre volte, ricontrollerai le urine del tuo bimbo per tua tranquillità, senza più pensare a tormentarlo con la glicemia, povero piccolo!

Se assume vitamina D la sospenderai per i  mesi primaverili e estivi e, in base ai risultati delle analisi, trarrai, anzi, la tua pediatra, trarrà le dovute conclusioni.

Normalmente si riscontra glucosio nelle urine quando la concentrazione ematica di glucosio arriva o supera 180 e questo può capitare dopo l’assunzione di un pasto contenente molti zuccheri, oppure quando vi è un difetto di riassorbimento di glucosio da parte del tubulo renale (glicosuria idiopatica senza iperglicemia, forma a volte transitoria, a volte famigliare).

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento