Ghiandola gonfia


Buongiorno,sono la mamma di Riccardo 6mesi e Melissa 4anni. ieri sera mi sono accorta che Ricky aveva una ghiandolina sul collo un pò gonfia.è un pò più piccola di una biglia localizzata dietro il collo sotto l’osso della testa,sono un pò preoccupata anche se la pediatra al telefono dice che se è mobile non è nulla.il bimbo comunque non è raffreddato nè nient’altro,mangia nella norma un pò di omogenizzati ma più il mio latte.abbiamo in casa cane e gatto,magari toxoplasmosi? da cosa può dipendere questo ingrossamento secondo lei?la ringrazio molto




Le zone laterocervicali e retronucali sono quelle dove sono caratteristicamente dislocati i linfonodi. Nei bambini piccoli sono situati più superficialmente, quindi possono essere notati e palpati più agevolmente. Quando se ne palpa uno o più di uno in queste sedi non ci si deve, quindi preoccupare se: 1) il bambino sta bene e non presenta sintomi di malattia in atto; 2) se la superficie del linfonodo è liscia e non bitorzoluta; 3) se si mostra mobile sui piani sottostanti, cioè se è possibile spostarlo di qualche millimetro palpandolo come se scivolasse sui tessuti sottocutanei sottostanti; 4) se, pur ingrossato rispetto al solito o magari solo più palpabile, il diametro della piccola sfera o della piccola massa ovale non supera i 2-2,5 cm; 5) se appare isolato e non coeso ad altri linfonodi come fosse un pacchetto; 6) se la cute sovrastante non ha segni di infiammazione come arrossamento, gonfiore, maggior calore, dolore alla palpazione ecc.
Molte infezioni virali anche banali fanno reagire i linfonodi ingrossandoli, anche un semplice raffreddore così come, per quanto riguarda i linfonodi della nuca, anche una infiammazione del cuoio capelluto come una banale crosta lattea o dermatite seborroica o dermatite atopica può farli ingrossare. Non bisogna, quindi, subito pensare a chissà quale problema.

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento