Forte sudorazione notturna e temperatura


Buonasera,

mi chiamo Cristina e ho un bimbo di 2 anni e mezzo che si chiama Andrea; è dall’ estate scorsa che Andrea di notte suda moltissimo, ovviamente d’estate non mi sono preoccupata molto, ma ora che è inverno non mi sembra troppo normale.

La pediatra ha detto che bisogna tenerlo poco coperto e con temperatura della camera sui 18 gradi,  abbiamo provato come suggerito, ma lui suda ugualmente e il maggior problema è che così bagnato si ammala spesso; per avere un’idea ultimamente lo abbiamo fatto anche dormire con una temperatura sui 16,5 gradi, un lenzuolino e una coperta estiva di cotone, ma lui suda ancora, allora la scorsa notte ho misurato la sua temperatura corporea e mi è venuto un colpo, segnava 35,1. Fino a 35,5 mi sembra di aver letto che è normale, ma sotto quella soglia è meglio di no, cosa può causare un abbassamento così esagerato della temperatura, quali accertamenti devo fare?

Grazie anticipatamente.

Cristina.

 

La sudorazione notturna in un bambino non è sempre legata ad una temperatura corporea eccessiva dovuta a temperatura ambientale alta o a troppe coperte. A volte si manifesta nei soggetti che un tempo venivano definiti impropriamente linfatici, cioè con un importante sviluppo del loro sistema linfatico ghiandolare. Spesso, infatti, i bambini che sudano di notte hanno anche tendenza ad avere tonsille ipertrofiche e anche adenoidi molto grosse e di conseguenza possono avere disturbi di respirazione, apnee notturne e così via. Inoltre, vi possono essere degli errori alimentari che possono favorire la sudorazione notturna, per esempio, un eccesso di carboidrati a cena o durante le ore pomeridiano-serali che può causare una relativa iperglicemia notturna, un pasto troppo abbondante o troppo ricco di proteine che può causare al bimbo una specie di intossicazione, anche se il termine non è corretto, con conseguente aumento della sudorazione nel tentativo di espellere tossine superflue.

In altri casi, specie se il bimbo sta attraversando un periodo di forte crescita in altezza, vi può essere una relativa carenza di calcio e/o di ferro, oppure il bimbo può avere da poco superato o avere in atto una malattia infettiva o semplicemente può avere un sistema vagale molto attivo durante alcune fasi del sonno, specialmente durante il sonno profondo delle prime ore della notte, oppure, a volte, stranamente, potrebbe essere un bimbo che tende a bere poco durante il giorno, con conseguente scarsa produzione di pipì che comporta una insufficiente depurazione renale delle scorie metaboliche.

In omeopatia si classificherebbe come un bambino di costituzione carbonica. Pertanto, non essendo il calore eccessivo la causa della sudorazione del bimbo durante il sonno, ma, anzi, proprio il sintomo che l’organismo in quel momento sta tentando di diminuire la sua temperatura basale, scoprirlo troppo non serve a nulla se non, appunto, a fargli diminuire ancora di più la temperatura fino a valori limite, non più accettabili. Quindi, è giusto che la temperatura ambientale non superi i 18, 19 gradi, ma non serve ed è addirittura controproducente accanirsi a ridurla ulteriormente. Serve tenere sotto controllo tonsille ed adenoidi, dare per un periodo, volendo, alcuni integratori di sali minerali e di calcio e regolare la cena che deve essere leggera, ben bilanciata con una relativa prevalenza di proteine sui carboidrati.

Il bimbo, inoltre, dovrebbe bere sempre a sufficienza durante il giorno, il che significa attorno al litro al giorno, considerando, però, anche i liquidi delle minestre e della frutta nonché del latte mattutino. Meglio non dare latte dopo cena qualora avesse questa abitudine perché oltre che superfluo dal punto di vista nutrizionale, apporta grosse quantità sia di proteine che di carboidrati, affatica lo stomaco e stimola la produzione di insulina nelle ore notturne. Sarebbe bene anche controllare la sideremia al piccolo se lo noti un po’ pallido.

Un caro saluto, Daniela

 

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone