Forte odore di ammoniaca al cambio pannolino


Gentile dottoressa,
al cambio del pannolino al mattino di mio figlio di 11 mesi, ho notato un fortissimo odore di ammoniaca. Premetto che il bimbo non beve tantissimo e che durante il giorno i pannolini non hanno questo odore. Ho provato a farli bere di più e il giorno dopo l’odore non c’era. Si è ripresentato oggi. Non so se può dipendere dal pannolini indossato tutta la notte, dal caldo o da infezione. Il bambino sta bene, né febbre né inappetenza.
Grazie.

 

L’odore fortemente ammoniacale delle urine può dipendere da vari fattori: urine molto concentrate perché il bimbo ha sudato molto di notte oppure ha bevuto poco di giorno rispetto al suo fabbisogno ora che fa più caldo, eccessiva assunzione di proteine durante i pasti o durante la giornata che, rendendo il Ph del sangue più basso, cioè acidificando l’organismo, stimolano la produzione di un sistema ammoniaca-tampone da parte del rene e di qui l’odore forte delle urine (spesso il bambino assume troppo latte o troppi formaggi paragonati alla quantità di verdure e di cereali e l’alimentazione risulta squilibrata), infine vi può essere una infezione urinaria in corso con presenza di batteri che sintetizzano ammoniaca. Io non farei subito una urinocultura ma darei più da bere al bimbo e valuterei la presenza di squilibri alimentari riducendo eventualmente latte, latticini e formaggi sostituendoli con verdure e frutta di stagione e cereali. L’alimentazione di un bambino nei mesi estivi deve essere diversa da quella invernale: più frutta e verdure di stagione e meno grassi o cibi che li contengono. La quantità di latte dovrebbe limitarsi attorno a 350 gr al giorno e i formaggi non dovrebbero essere dati troppo spesso, certamente non tutti i giorni. Se, dopo avere aumentato i liquidi assunti e ridotto le proteine e i grassi, soprattutto di origine animale, l’odore ammoniacale dovesse essere ancora molto evidente, consiglierei un esame delle urine, ma non prima.

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone