Feci bianche e ossiuri


Cara dottoressa,

mio figlio ha 17 mesi e da 5 viviamo in Birmania. La scorsa settimana la dottoressa mi ha consigliato di dargli l’Albendazole per i vermi perché ogni tanto (lei dice) é meglio che lo de-vermizziamo. Dopo un giorno ha avuto un po’ di febbre e ha vomitato un po’, giusto un po’ di latte, ma non aveva voluto mangiare molto. La febbre è durata solo un giorno però la poca appetenza è durata e da allora ha fatto due volte la cacca biancastra (gialla/bianca). Non è diarrea, anzi, è dura, infatti lui fatica proprio tanto a defecare e inoltre è stitico perché è stato 3 giorni senza fare la cacca.
Spero di essere stata chiara. Ora comincio a preoccuparmi. La pasticca l’ha presa una settimana fa esatta. Ancora mangia svogliato. Che posso fare?

La ringrazio in anticipo per qualsiasi consiglio mi potrà dare.

Maria

Il benzimidazolo può, in effetti, causare i sintomi presentati dal bimbo, inclusa una transitoria alterazione della funzionalità epatica che potrebbe essere valutata con opportune analisi qualora i disturbi del piccolo dovessero persistere. Il colore molto chiaro delle feci, però, specie se senza sfumatura grigiastra cretacea, di solito dipende dall’alimentazione dei due o tre giorni precedenti l’emissione delle feci e dalla flora batterica che colonizza l’intestino in questo periodo. Per valutare la modificazione del colore e dell’aspetto delle feci in rapporto all’alimentazione, cioè per capire se il colore eccessivamente chiaro dipende da un fatto occasionale come i cibi ingeriti e non da una disfunzione epatica (in tal caso le urine potrebbero essere eccessivamente scure), basta introdurre carne rossa e verdure verde scuro e controllare le feci dopo uno o due giorni. Se le feci scuriscono vuol dire che tutto è normale, altrimenti, se dovessero rimanere di colore particolarmente chiaro e assumere una sfumatura grigiastra, sarebbe bene controllare le urine per valutare la presenza di bilirubina, che conferirebbe loro un colorito bruno e fare alcuni accertamenti riguardanti la funzionalità epatica del piccolo.

Data l’età, l’inappetenza potrebbe però anche dipendere dalla imminente eruzione di alcuni dentini come i canini. Per il momento, comunque, io non darei nessun tipo di farmaco o stimolante dell’appetito ma parlerei di questo problema con il pediatra che segue regolarmente il piccolo e lo terrei in osservazione per un’altra settimana.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento