Febbre da giorni e antibiotico

0
806

Buongiorno dottoressa le scrivo per chiarirmi le idee ed avere un suo nparere.
Mio figlio Samuele che va al nido,ha la febbre da ormai sei giorni accompagnati da intenso raffreddore e tosse grassa. Le specifico ch non ha mai superato i 38,5 non e’ particolarmente abbattuto e non ha perso l’appetito. Alla visita dal pediatra (sostituto) fatta il secondo giorno di febbre la dottoressa mi dice che i polmoni sono liberi ma la gola e’ molto arrossata, PCR 14 e freq respiratoria 25. Mi prescrive un antinfiammatorio e sciroppo x la tosse ( tussistin) piu’ tachipirina al bisogno. 
Non ho dato ne’ antinfiammatorio ne’ sciroppo, solo tacchi se superava trentotto.
Adesso pero’ son passati sei giorni e la febbre alla sera e’ ancora presente (38-37,5) e al mattino la temperatura e’ cmq 37. Confrontandomi con amiche e colleghe mamme son tutte d’ accordo (in base alla loro esperienza con i loro pediatri) che dopo tre quattro giorni di febbre vada dato l’ antibiotico x’ anche se all’ inizio l’influenza e’ virale poi diventa batterica x’ il catarro si infetta. Io ho fiducia nel mio pediatra che e’ sempre preciso ma mi chiedo se e’ giusto far andare avanti tanto tempo un bimbo con la febbre calcolando che magari il sistema immunitario si continua ad indebolire perché combatte una guerra troppo lunga. 
In buona sostanza mi chiedo :con la PCR 14 si esclude l’ infezione batterica e si aspetta tranquilli che la febbre passi ma x quanti giorni?
La ringrazio di ogni suo chiarimento e consiglio.
Sabrina



Il valore della pcr è piuttosto elevato ma si tratta comunque di un’analisi piuttosto generica: se è vero, infatti, che è una precocissima spia di una infezione in atto, è altrettanto vero che spesso anche una semplice forma virale può aumentarne il valore. Si tratta, quindi, di valutare i sintomi clinici più che la quantità e la durata della febbre. Lasciato senza antibiotici, non è detto che l’infezione ipoteticamente da prima virale si debba per forza complicare con la presenza di batteri patogeni e il decorso di una forma virale da raffreddamento può tranquillamente essere di 7-10 gg senza che ci si debba per forza preoccupare. E’ anche vero, però, che un bambino visitato nei primissimi giorni di febbre e lasciato senza una terapia specifica ma solo con sintomatici per febbre e catarro, al persistere della febbre o di qualsiasi altro sintomi, deve essere rivisitato almeno ogni tre giorni fino a guarigione perché le complicazioni batteriche, anche se non automatiche, sono pur sempre possibili. Esse, però, di solito si manifestano più con una recrudescenza dei sintomi, febbre in primis, e con malessere diffuso in un bambino che stava già migliorando più che con la persistenza di una febbricola, tra l’altro, da come ho capito, già in regressione spontanea. Pertanto la mia risposta è: fai ricontrollare il bimbo e al massimo suggerisci un tampone faringeo rapido per la ricerca si streptococco ma non pensare per forza alla necessità di somministrare antibiotici.

Vota questo articolo