Febbre alta e vomito da tre giorni



Buonasera,
le scrivo perché ho una bambina di tre anni e mezzo e sto andando al manicomioperché ha la febbre alta e vomita da tre giorni. Il punto è che l’ho portataall’ospedale e di chirurgico non ha niente, per come mi è stato detto, e quindimi hanno fatto ritornare a casa.


Purtroppo la bambina sta peggiorando perché anche con bustine di Biochetasivomita e vuole solo bere, ma poco. La mia paura è che si stia disidratando.Quando sono stato all’ospedale non sono riusciti a metterle una flebo perché levene non prendevano.

 

Che cosaposso fare?
In attesa, la saluto calorosamente.



Se il vomito non è seguito da diarrea, la disidratazione non sarà, penso, moltoforte e vi si potrà porre rimedio tranquillamente a casa.  Oltre,ovviamente, all’antipiretico per la febbre, al posto del Biochetasi, percontrastare il vomito si può fare una intramuscolare di Plasil; però ilBiochetasi, in assenza di diarrea, c’è anche in supposte.


Poi la bimba dovrà bere un piccolo sorso ogni 5-10 minuti e non un bicchierealla volta. La quantità di liquidi da dare per bocca si calcola in ragione di80 cc per ogni chilo di peso, più l’eventuale perdita di peso della bimba dalmomento che ha iniziato a vomitare e non si è più alimentata.
Per fare un esempio, una bimba di 15 chili dovrà bere in 24 o 36 ore 1.200 cc +l’eventuale peso perso; se, cioè, ha perso, mettiamo, mezzo chilo, 1.200 cc +40cc, cioè 1240, cioè poco meno di un litro e mezzo.


I liquidi saranno costituiti dalle solite soluzioni saline (bustine di saliminerali da sciogliere in una determinata quantità di acqua o thè), ma anche dapiccole quantità di coca cola che ha due funzioni: quella di dilatare lostomaco con il gas che contiene e contrastare, così, i conati di vomito equello di apportare una grossa quantità di zuccheri per contrastare ilprobabile eccesso di corpi chetonici, il famoso acetone.


Quando la bimba starà meglio, potrà bere anche piccole quantità di spremuta diarancio o mandarino o limone diluita a metà con acqua e zuccherata e mangiarebanane per ripristinare il potassio perso con il vomito e 12 ore dopo l’ultimovomito, mangiare qualche fetta biscottata e iniziare pasti semi solidi comeriso lesso con un po’ di acqua di cottura e olio, pastina, semolino, ecc.


Dopo altre 24 ore si può dare carne bianca e dopo un altro giorno,se tuttoandrà bene, latte e yogurt in moderata quantità. Naturalmente bisogna esseresicuri che il vomito sia dovuto ad un banale virus e non a una malattia piùseria, non solo chirurgica, ma anche ipertensione endocranica, meningoencefalite,intossicazione acuta, ecc.


Un cordiale saluto, Daniela.




Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone