Fastidio per i rumori: meglio una visita otorinolaringoiatrica


Gentile dottoressa,

da circa 5 giorni il mio bambino, che compirà 5 anni in agosto, lamenta fastidio a stare in posti dove c’è confusione e tende ad allontanarsi da essi.

Inoltre, l’altra sera mi ha chiamato chiedendomi se anch’io sentissi un certo rumore che di fatto non c’era visto che era tardi ed era una serata silenziosa.

Ora, premesso che Matteo è un bimbo socievolissimo che non disdegna in alcun modo il caos dei coetanei e che non lamenta alcun dolore né presenta secrezioni dall’orecchio, mi consiglia comunque una visita dall’otorino per scongiurare la presenza di un’otite (di cui non ha mai sofferto né lui né noi genitori) o di che cos’altro?

Ringraziandola anticipatamente, le porgo i miei più cari saluti.


I bambini possono essere infastiditi dai rumori quando cominciano a crescere, magari dagli stessi rumori che quando erano più piccoli non li disturbavano affatto.

Però io una visita otorinolaringoiatrica la farei: vi sono strutture interne all’orecchio che, se infiammate magari anche da una infezione virale, possono dare questa alterata percezione dei suoni e dei rumori così come un’otite media catarrale può dare alterazione della percezione dei suoni senza però provocare dolore.

Se il bambino è stato al mare o in piscina può avere dell’acqua intrappolata nell’orecchio senza per forza avere un’otite ed è quindi necessario visitarlo se il problema persiste anche dopo alcuni giorni. Purtroppo rispondo con ritardo a causa di una mia vacanza e spero che il problema, nel frattempo, si sia risolto in un modo o in un altro.

Un caro saluto,

Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone