Ernia ed anestesia

0
102

 

Salve,

la mia bimba di 4 anni e mezzo dovrà essere operata a breve ad un ernia inguinale (forse crurale). Sarà applicata l’anestesia epidurale + anestetico per addormentarla. I medici dell’ospedale dicono che gli esami del sangue non sono necessari ed anche il pediatra di base.

Siccome ho sempre sentito che per qualsiasi intervento vengono richiesti emocromo+coagulazione + ecg, non sarebbe meglio farli, per nostra sicurezza ?

Inoltre, abbiamo un po’ di terrore per l’anestesia. C’è qualche pericolo nell’anestesia e/o nell’operazione?

Saluti

Io ho sempre saputo che anche in caso di anestesia epidurale bisognerebbe arrivare all’intervento con almeno emocromo, prove di coagulazione ed elettrocardiogramma. Però è possibile che siano analisi già praticate dalla bimba perché prescritte dal chirurgo. Il fatto di arrivare all’intervento senza analisi preliminari mi giunge nuovo, senza contare che un bimbo potrebbe agitarsi in sala operatoria e per lui – in questo caso lei – potrebbe non bastare l’epidurale e la sedazione superficiale – non per il dolore ma per la mancata collaborazione dovuta alla paura – e al limite ci potrebbe essere la remota necessità di una anestesia totale proprio per fare stare ferma la bambina.

I farmaci anestetici attualmente sono sempre più sicuri e l’importante è che la bimba sia nelle mani giuste, sia dal punto di vista anestesiologico che, ovviamente, chirurgico, indipendentemente dalla relativa semplicità dell’intervento. Inoltre credo che sia superfluo dirti che anche per questo semplice intervento è necessario che tu ti rivolga ad un centro qualificato e specializzato con anestesisti pediatrici e chirurghi pediatrici: un centro ospedaliero intendo, ma di un buon ospedale, oppure universitario, non una clinica privata.

Questa è, come al solito, la mia modesta opinione.

Un caro saluto, Daniela

Vota questo articolo