Dolore alle gambe quando cammina


Buon giorno,

sono lieta di poter rivolgere a qualcuno due dubbi che mi assillano da un paio di giorni!

Il primo è che da qualche giorno la mia bambina di 3 anni, quando cammina, si tocca continuamente le gambe e più in particolare vicino alle caviglie, le domando se avverte dolore e mi risponde alcune volte in maniera affermativa e altre molte in maniera negativa.

Poi da due giorni, in faccia, vicino alla bocca, le è uscita una macchia di colore violastro che assomiglia molto a una scottatura ma entrambe le nonne con cui lei sta durante il giorno mi hanno rassicurato dicendomi che non si è scottata, e allora mi domando cos’è, mi deve preoccupare?

Grazie per l’opportunità che ci offrite.

A presto


Per quanto riguarda i supposti dolori alle gambe, più che chiederle spesso se ha dolore o meno, sarebbe bene osservarla mentre cammina e si muove, possibilmente senza scarpe: zoppica, trascina un piedino o una gamba, fa un passo più lungo dell’altro, si stanca facilmente, ecc.

Poi, seduta o in braccio, cercherei di capire se viene risvegliato un dolore da alcuni movimenti passivi alla gamba, alla caviglia o al piede che potrai fare tu stessa.

Poi cercherei di ricordare se ha, per caso, preso una distorsione, una contusione o è caduta di recente, se si è lamentata degli stessi dolori anche in passato, magari in occasione di una febbre anche lieve o di un malessere e infine se, quando arriva il dolore, oltre a non riuscire a localizzarlo con precisione, oltre a indicare, magari, una volta una gamba e un’altra volta l’altra gamba, oltre a non indicare mai la sede di una articolazione (un conto è la caviglia e un conto è vicino alla caviglia ma sulla tibia), il dolore sembra scomparire quasi subito appena la si consola o le si fa un massaggio sul punto indicato (dolori di crescita?).

Infine è bene controllare che in quel punto non ci siano gonfiori, arrossamenti e aumento di calore della pelle o, palpando la parte, se non si nota, per caso, qualche tumefazione come una cisti profonda.

È chiaro, non si può chiedere a una mamma di fare una diagnosi e tanto meno una diagnosi differenziale tra tutte le possibili cause di dolore alle gambe nei bambini, ma guidare la mamma a una osservazione più attenta ed obiettiva può aiutare il pediatra che poi visiterà la piccola. Non escludo dolori di crescita o scarpine troppo piatte tipo ballerine, ma ovviamente, senza poterla visitare, proprio di più non posso dirti.

Per quanto riguarda la macchia viola, anche questa va vista con gli occhi e pertanto non voglio nemmeno sbilanciarmi: bisogna capire bene il colore, la grandezza, l’aspetto della cute soprastante, la posizione, se è in rilievo o piatta, se vi sono croste o secrezioni sierose, insomma, senza nemmeno una foto proprio non saprei come aiutarti.

Un caro saluto,

Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone