Diverticolo vescicale


Gentile dottoressa,

mi chiamo Margherita e sono la mamma di Ilaria di quasi sei anni e Jacopo di quasi nove mesi.

Grazie a una ecografia fatta per via di un testicolo che non si vedeva, ci siamo accorti che Jacopo (all’epoca aveva cinque giorni) aveva un ristagno di urina.

Dall’ospedale di Reggio Emilia siamo andati a Parma per fare una cistografia, dalla quale è risultato che non aveva più ristagni di urina, ma è emerso che ha un diverticolo nella vescica. Volevo sapere da lei due cose:

1) Cos’è un diverticolo?

2) Che danni può provocare il diverticolo visto l’età del bambino?

La ringrazio anticipatamente per la risposta.

Cordiali saluti

Margherita


I diverticoli vescicali, come del resto i diverticoli che si possono incontrare in altre sedi, come l’intestino, per esempio, non sono altro che zone di estroflessione della mucosa della parete vescicale che formano come delle piccole sacche sulla parete vescicale stessa, che protrudono verso l’esterno e, comunicando con l’interno della vescica con una zona spesso più ristretta chiamata colletto, si riempiono di urina quando la vescica è, a sua volta, piena di urina.

Per esempio, per darti una idea, l’appendice è anch’essa un diverticolo, ma dell’intestino tenue, se hai presente la forma dell’appendice. I diverticoli vescicali riscontrati in un neonato sono, ovviamente, congeniti e possono essere o meno causa di ristagno di urina in vescica dopo la minzione.

C’è da dire, però, che, comunque, in un neonato, lo svuotamento della vescica al momento della minzione non è completo per immaturità del complesso sistema neurologico che comanda la funzione della minzione e trovare un ristagno di urina in un neonato che, a sua volta, ha anche un diverticolo vescicale, non è per forza indice di ristagno di urina causato dal diverticolo stesso.

In poche parole, a secondo della forma del diverticolo, cioè di questa sacca sulla parete vescicale, della sua posizione e della ristrettezza o meno del suo colletto, cioè della parte del diverticolo che lo mette in comunicazione con la vescica, i diverticoli possono o meno essere responsabili di un ristagno di urina in vescica dopo la minzione.

Pertanto, essendo malformazioni minori assolutamente benigne, se non danno complicazioni come, per esempio, infezioni alle vie urinarie a causa del ristagno di urina al loro interno e se non tendono ad aumentare di volume con il tempo, si lasciano dove stanno e ci si limita a controllare le urine ogni tanto o a fare una ecografia vescicale ogni tanto.

In caso di complicazioni, la soluzione del problema è prettamente chirurgica e, da questo punto di vista, solo un chirurgo pediatra o un urologo pediatra può rispondere compiutamente.

Un caro saluto,

Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento