Dissenteria che dura da 5 giorni


Salve,
ho una bimba di nove mesi che da cinque giorni ha frequentissimi episodi di dissenteria.
Mangia a fatica e per un paio di volte ha pure vomitato. La mia pediatra la sta curando con fermenti lattici ma stamattina ha pure un po’ di febbre.
Quanto può o deve durare un’influenza intestinale?
Per fortuna beve molto latte e acqua.
Grazie mille

Sarebbe importante conoscere l’aspetto delle feci, perché se è vero che frequenti scariche liquide di aspetto acquoso farebbero pensare ad una enterite virale mentre la presenza di muco e/o sangue, di un colore verdastro delle feci o di un odore molto sgradevole farebbero pensare ad una enterite batterica, spesso feci acquose sono dovute a batteri, mentre feci con muco possono anche dipendere da una allergia alimentare oppure un dismicrobismo con eccesso di miceti come la candida.
Nei primi mesi di vita le enteriti virali sono le più frequenti: per esse non vi è altra terapia che quella dietetica associata ai fermenti lattici, però, se dopo 5 giorni il quadro non è migliorato, penso sia opportuno sospendere il latte e i suoi derivati e impostare una alimentazione a base di thè deteinato con crema di riso la mattina e a merenda, più due o tre pasti con un preparato dietetico senza proteine del latte come HN25 che, in base a come viene diluito, può diventare liquido come latte o cremoso come una pappa. Fuori pasto puoi dare anche la banana.
Questo nell’idea che non prenda più latte materno, però, se è ancora allattata al seno, il latte materno, salvo casi eccezionali, non si sospende.
In questo caso, oltre alle poppate al seno, potrà prendere farina di riso diluita con un brodino vegetale preparato con sola patata al quale aggiungerai un liofilizzato di carota, più il solito cucchiaino di olio di oliva. Niente carne, quindi, né pesce, né formaggio né altre verdure e questa pappa anche due volte al giorno. Se la dieta idonea non risolve sarà necessario fare una coprocultura ed eventualmente una urinocultura per escludere o scoprire una causa batterica della gastroenterite. L’influenza intestinale, come dici tu, di solito è una infezione autolimitante e al terzo, quarto giorno, dopo l’evacuazione di tante scariche liquide, i virus sono stati eliminati e l’intestino riprende la sua normale funzionalità, a meno che, appunto, non ci siano errori dietetici a prolungare la sintomatologia e il latte, se fosse artificiale o vaccino fresco, sarebbe la prima cosa da eliminare temporaneamente.
Un caro saluto,
Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone