Dermatite atopica e latte di capra


Gentile dottoressa,

La mia bimba, di un anno appena fatto, soffre di dermatite atopica, solo sulla fronte (a macchie) che è aumentata da quando ho introdotto il latte vaccino (di centrale), da una settimana circa. Vorrei provare il latte di capra, ma non so se quello del supermercato, a lunga conservazione, puo andare o è piu indicato quello in polvere in farmacia. Lei cosa mi consiglia?

Inoltre, mi sa dire se la crema che sto usando, Locoidon, può avere effetti collaterali? In certe zone della fronte devo usarla più volte alla settimana. Mi può consigliare altre creme più leggere ma che aiutano?

Cordiali Saluti

Una Mamma


<>


<>

Il latte di capra, non contenendo proteine di origine vaccina, può inizialmente essere un vantaggio in caso di allergia o sintomi riferibili ad allergia alle proteine vaccine, ma è piuttosto squilibrato, carente in acido folico e contenente una quantità non indifferente di grassi di origine animale. In più, quando lo si assume ininterrottamente per un certo periodo, può risultare anch’esso allergizzante né più né meno che come il latte di mucca. Pertanto non so se per alcuni elementi di dermatite atopica sulla fronte valga la penna usarlo.

Io farei così: tenterei ancora alcuni giorni con il latte vaccino, magari bollito, prima piano piano fino a fargli formare quella patina solida in superficie che va tolta, poi ancora un po’ per denaturare parte delle proteine che contiene. In questo modo, anche se un po’ meno nutriente e meno saporito, diventa meno allergizzante. Mantieni sempre una quantità corretta e non esagerata, cioè 200-220 gr la mattina, magari anche diluiti con un po’ di orzo o acqua e uno yogurt il pomeriggio o altrettanto latte. Non dare spesso formaggi la sera. Valuta anche la possibilità che non sia solo il latte ad intensificare la dermatite. Prova, se vuoi e se lo trovi, inizialmente solo lo yogurt di capra per merenda e osserva la pelle della bimba.

Il Locoidon è a base di cortisone, va bene per i momenti di riacutizzazione ma non tutti i giorni. Prendi l’abitudine di usare creme emollienti e tenta quelle specifiche per l’atopia tipo Elidel o Protopic che non contengono cortisone.

Per rispondere più precisamente alla tua domanda: sì, il latte di capra a lunga conservazione può già essere dato: se decidi di darlo controlla se ne digerisce i grassi, altrimenti andrebbe trattato come il latte vaccino. Considera che la dermatite può riacutizzarsi anche per colpa del pomodoro, del pesce, dell’uovo, degli agrumi, soprattutto mandarini e non solo per colpa del latte e che una mamma di un bimbo atopico deve imparare a non fissarsi troppo sulla pelle del suo piccolo perché solo sporadicamente risulterà perfetta come la vorrebbe, ma minimo sempre un po’ ruvida, magari solo in certi punti.

Un caro saluto,

Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone