Crescita in tre mesi


Salve dottoressa, vorrei un consiglio,
il mio bimbo e’ nato il 10/11 peso 3.120 kg e peso alle dimissioni 3 kg. Lo allatto al seno, in un mese ha preso due kg poi verso meta’ dicembre inizio a notare i segni di Rge e vedo che il bimbo ciuccia di meno e piange sempre ,il19 dic lo porto dal pediatra chiedendo aiuto x il reflusso ma lui mi liquida dicendo che e’ fisiologico e che il bimbo cresce, al limite se i pianti continuavano dopo natale avremmo fatto un’eco. . . a santo stefano gli viene la febbre e vedo che e’ affannato al ps me lo ricoverano per broncheolite e lo mettono in incubatrice. . io cerco anche di dire del reflusso ma invano. . dopo 4 giorni di ossigeno, cortisone e antibiotico il bimbo non migliora, finalmente una notte la ped. di turno assiste ad un dopo-poppata e finalmente mi da’ ragione: il bimbo ha una brutta esofagite da reflusso e non guarisceperche’ continua ad inalare acido, inizi lo Zantac, il sei gennaio siamo dimessi con zantac due vv al di e gaviscon cinque vv al di, peso alle dimissioni 5 kg : in dieci giorni avrva petso 350 g. . . comunque ripartiamo e dopo un mese arriva a sei kg, la scorsa settimana lo riporto al ps per febbre e stavolta e laringite/faringite quindi a casa con aereosol con prontinal e Macladin sviroppo, il peso in una 10 giorni e’ sceso di quasi 200 gr , il bimbo sta sempre attaccato ma si addormenta. . oggi ho provato a vedere quanto prende in tutto e supera appena i 600 gr(sempre lm a richiesta) come faccio a farlo mangiare di piu’?sono normali i cali di peso quando stanno male?al ps (31/01) gli anno fatto uno stick sulle urine ed era neg per infezioni. Il bimbo oggi pesa5930 kg prima del 31 pesava 6080 kg. . secondo lei cosa devo fare con l’allattamento?grazie e scusi la lunghezza.




Il tuo bimbo sta crescendo più che bene nonostante gli inevitabili temporanei cali dovuti alle malattìe. Il reflusso è ormai accertato e non servono altre indagini di supporto. Il reflusso stesso, però, è responsabile sia di esofagite che di faringite e di eventuali inalazioni anche minime di materiale alimentare nei bronchi: questo fa sì che il piccolo può andare più facilmente incontro ad infezioni ricorrenti delle vie respiratorie nonostante la tenera etàe l’allattamento materno. Ora il bimbo ha tre mesi e pesa un bel pò: a mio avviso, quindi, non è necessario che tu lo tenga continuamente attaccato al seno ma sarebbe bene che tu iniziassi a dargli alcune regole anche se il piccolo, vuoi per abitudine, vuoi per necessità di lenire i fastidi e i bruciori legati al reflusso, tende e forse si è ormai abituato a chiedere di essere alimentato in continuazione. Cerca di portarlo a sei poppate al giorno o anche a cinque e fai in modo che cresca meno di un chilo al mese ma al massimo 700 gr da ora in poi. Senza voler essere per forza fiscali, a tre mesi è bene che si inizi a dare al bambino delle buone abitudini, distraendolo se persiste nel volere essere alimentato in continuazione e non assecondandolo con il seno ad ogni sua richiesta. La quantità media di latte che dovrebbe prendere si aggira attorno agli 850 gr al giorno, poco più, poco meno, il ché significa 6 poppate da 130-140 gr ognuna ma se il piccolo si addormenta non devi assolutamente preoccuparti se ha meno appetito soprattutto in corso di malattìa così come può essere più che fisiologico che, dopo un periodo di veloce crescita, quindi di abbondante alimentazione, vi sia un periodo di appetito più scarso con conseguente minore incremento ponderale. Dopo il terzo mese, a bambino sazio, il peso va controllato non più spesso di una volta al mese ma io consiglierei anche ogni due mesi anche se sembrerebbe una eresia e soprattutto non va mai controllata la quantità di latte che assume quotidianamente al seno perché sarebbe fuorviante.

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone