Crescita e confronto tra latte materno e artificiale

0
498
Sono una mamma che da qualche mese si fa continuamente domande sulla crescita della propria figlia.
È nata a 39 settimane +6 : kg. 3.400 lung. 49 cm circonf. cranica 33,6 (calo fisiologico 210 gr.), dopo 1 mese peso Kg. 4.750 lung. 54 circonf. cranica 35.5, a 5 mesi peso Kg. 7.850 lung. 63 circonf. cranica 41, a 7 mesi peso Kg. 8.740 lung. 66 circonf. cranica 44.5, a 9 mesi peso Kg. 9.100 lung. 67 circonf. cranica 45.
Si è alimentata fino a 5 mesi esclusivamente con latte materno, dopo di che ho iniziato lo svezzamento, ora si alimenta nel seguente modo:
– mattino latte materno;
– pranzo 180 ml di brodo vegetale, 2 cucchiai di passato di verdura, 2 cucchiai di pastina o 28 gr. di semolino o crema di mais e tapioca, 40 gr. di carne o pesce o formaggio omogenizzato o un tuorlo d’uovo (una volta a settimana), 1 cucchiaino d’olio e 1 cucchiaino di parmigiano;
– merenda babymerenda plasmon 120gr. (frutta e yogurt) ma non sempre, spesso o metà o la salta;
– cena come il pranzo;
– sera latte materno.
Le pappe le finisce sempre, a volte sembra che non le basti. Per quanto riguarda il latte sembra che le sia sufficiente anche se io da 3 mesi a questa parte ho la sensazione di averne poco.
Ciò che mi fa pensare è che figli di amici della sua stessa età sono più alti di lei.
Come genitori non siamo altissimi, io 1.60 mio marito 1.78 ma neanche i nostri amici. Mia figlia, a differenza di questi bimbi, è l’unica ad alimentarsi con latte materno.
Le mie domande sono:
1) C’è differenza di crescita tra bimbi che si alimentato con latte materno con quelli che bevono latte artificiale?
2) Com’è la crescita di mia figlia, soprattutto nell’ultimo periodo?
3) È possibile che il calo di crescita negli ultimi mesi sia dovuto alla scarsità del mio latte? Se sì, perché la bimba non si lamenta? Se sì, come posso risolvere il problema se lei non ama il biberon? Infatti, quando ho iniziato con lo svezzamento, a darle l’acqua mi ha fatto dannare perché non la beveva.
Grazie per l’attenzione.

La tua bimba, fortunatamente, sta diminuendo gradatamente la sua velocità di crescita per quanto riguarda il peso e si sta allineando su percentili più simili a quelli della sua lunghezza. Sin dalla nascita, ammesso che la misurazione della lunghezza fosse stata corretta (i neonati hanno difficoltà ad allungarsi appena nati e a volte la lunghezza risulta in difetto per una residua persistente flessione degli arti inferiori), la sua lunghezza è risultata inferiore rispetto al suo peso, parlando di percentili (il suo peso nascita giustificava anche una lunghezza di 52-53 cm anziché i suoi 49), ma se continuasse ancora su questo trend anche ora che si avvicina al primo anno di vita, peserebbe 10 kg se non di più e per lei sarebbero troppi.
Ben venga, quindi, un certo rallentamento della sua crescita ponderale, visto, tra l’altro, che il suo peso supera ancora, in termini di percentili, la sua altezza, cioè si trova attualmente, al 75° percentile per quanto riguarda il peso e solo al 10° percentile per quanto riguarda l’altezza (ripeto: se ci si può fidare di queste misure e se la bimba non si muove durante le misurazioni).
Il latte materno, quindi, come vedi, nonostante i tuoi timori, fa ancora crescere più che bene e, soprattutto, visto che la bimba non cresce moltissimo in altezza e per di più rifiuta il biberon, è proprio la soluzione giusta per lei attualmente, altrimenti, prima di tutto dovresti eliminare la poppata della sera e potrebbe essere un problema se la bimba è ancora abituata a farla, poi le metteresti sicuramente dei biscottini nel biberon e probabilmente sarebbe ancora più cicciottella di adesso.
Tra allattamento al seno e allattamento artificiale c’è differenza nella misura in cui il latte fornito dal seno, a parità di età del bambino, è più scarso rispetto alla quantità di latte formulato o vaccino mediamente prescritta per l’età del bambino e nella misura in cui il biberon viene arricchito da biscotti mentre il bambino che prende ancora il seno non ha integrazioni dolci se non nello yogurt del pomeriggio e non sempre.
Quindi può essere che la tua bimba non mangi così tanto come un’altro della stessa età alimentato con latte artificiale, ma nel tuo caso è meglio così. Il latte materno ha le stesse calorie di quello formulato numero uno, un po’ meno di quello formulato numero 2 e, visto che ha un minor contenuto proteico, ancora meno calorie rispetto al latte vaccino intero quando viene somministrato non diluito.
Però è completamente assimilato dal bambino, quindi i paragoni non si possono fare del tutto.
Il relativo calo di crescita di questo ultimo periodo è in parte fisiologico, in parte forse dovuto al latte materno appena ai limiti ma non scarso visto che alla piccola sembra ancora bastare e visto che la allatti ancora due volte al giorno, mentre se prendesse il biberon sarebbe opportuno eliminare l’ultima poppata della sera.
Ti consiglio di tenere duro ancora un po’, almeno finché la bimba si dimostra soddisfatta e contenta. Potresti aumentare un pochino il brodo vegetale a 200-220, ma visto che le quantità di cereali e di carne o pesce, nonché i condimenti sono ottimali, 20-30 gr in più di brodo vegetale non spostano il problema.
Quindi, avanti tutta per un altro po’ che state andando benone entrambe… Per quanto riguarda l’altezza, sin dalla nascita si è attestata su percentili più o meno simili, mese dopo mese, salvo quest’ultimo mese, ma le sue misure sono ancora più che nella norma e aspetterei per trarre conclusioni.
Compiuto il primo anno, la misurerei solo una volta ogni tre mesi o per lo meno paragonerei le varie misurazioni solo ogni tre mesi. 
Un caro saluto,
Daniela
Vota questo articolo