Crescita corretta


Gentile Dottoressa
chi Le scrive è una mamma confusa e preoccupata e confido nella Sua estrema competenza e anche gentilezza, sintomo che è una persona capace di essere un medico a 360 gradi. Non mi dilungherò oltre nelle lodi che leggo quotidianamente nel sito.
Le sottopongo il mio problema, ho un bimbo di quasi dieci mesi che pesa 9,350 kg ed è alto 74 cm, la sua circoferenza cranica 11 giorni fa era di 44.5cm (non so se preoccuparmi o meno la pediatra riferisce che è un pò pochino). E’ nato ahimè con un cesareo d’urgenza alla 37sima settimana, in quanto i flussi placentari erano del tutto assenti, di 2,300kg, l’allattamento materno è stato molto difficile ma non ho mollato se non che a 4mesi e mezzo è andato via. E’ stato fin da subito un gran mangione ma da tre mesi fino a 2 mesi fa ha sofferto di stipsi (un vero e proprio incubo) oggi la sua dieta si compone così:
Mattino: latte di proseguimento 210ml con 2 cucchiaini di caffe di biscotto solubile e poi 150ml di acqua:
Pranzo: nido o se è a casa 3 cucchiai di verdure (finocchi, bieta lattuga zucchine) (no carote e patate per stipsi), 40gr di carne frullata brodo vegetale per cuocere 2 cucchiai di pastina e 2/3 cucchiaini di olio
Merenda: yogurt oppure frutta mista con cereali e 1 biscottino da sgranocchiare
Cena: 3 cucchiai di verdure (no carote e patate per stipsi), 20 gr di prosciutto cotto/crudo frullato oppure formaggino (non tutto il vasetto) oppure omogeneizzato di pesce (non tutto il vasetto), brodo vegetale per cuocere 2 cucchiai di semolino e 2/3 cucchiaini di olio.
Finisce con 150 ml di latte allungato con acqua ma il più delle volte lo lascia e non lo finisce.
La domenica, gli dò qualcosa di diverso come la pastina al pomodoro e parmigiano o altri piatti per fargli conoscere nuovi gusti nei limiti della dieta prescritta dalla pediatra.
Primo quesito: visto che la stipsi si è risolta posso re introdurre le patate e le carote per dare maggiore sostanza alla pappa o mi devo aspettare una recidiva del problema?
Molti lo definiscono grosso, e questa definizione mi fa soffrire, vede, in breve la mia storia familiare è travagliata: sono stata una ex bambina sovrappeso in quanto nata prematura (ad appena 7 mesi), e la sovraalimentazione ha condizionato la mia vita rovinando la mia infanzia, e altri passaggi delicati.
Con mio figlio sto attenta a non ricadere nell’errore di dover mangiare i piattoni o i fuori pasto, ma nonostante questo, rimane un bel cicciottone.
Ora però a me sembra, e qui faccio autocritica, di negargli gli alimenti fondamentali o di alimentarlo in maniera carente. Cosa ne pensa, è corretta la sua dieta?
Lo so, forse appaio esagerata, ma non passa sera che non vada a letto assalita da mille dubbi e paure.
Il bimbo, e qui finisce la lunga email, infine, dorme anche se durante la notte a partire dalle 11 e 30, di sera, ha risvegli notturni ravvicinati, piange ma rimesso il ciuccio si riaddormenta subito, magari dopo una mezz’ora riscoppia a piangere e così fino alle 2-3 di notte per poi dormire tutta la notte. Da cosa dipendono? Consideri che dorme nel suo lettino, nella sua cameretta da sempre, a partire dalle otto e mezza di sera, abbracciando il suo pupazzo che non molla mai quando deve dormire.
Grazie dottoressa
Aspetterò la sua risposta fiduciosa in una Sua consulenza.
Serena

Cara Serena, il tuo bimbo cresce in maniera piuttosto armonica sia in peso che in altezza (area 50° percentile) e ha una circonferenza cranica circa al 25° centile. Che cosa vuol dire? Che è troppo grosso visto che è nato di soli 2,300 kg o che è la sua circonferenza cranica che non segue il passo della crescita staturo-ponderale? Per essere nato di 37 settimane, il suo peso era nella norma e per quanto riguarda la circonferenza cranica, non posso pronunciarmi perché se i genitori hanno la testa costituzionalmente piccola è solo un fatto famigliare, se, invece, ha un arresto di crescita dopo i primi mesi di sviluppo regolare è un’altra cosa. Non conosco la sua circonferenza cranica di nascita e non so se aveva la fontanella regolarmente aperta o già chiusa. Ma la tua pediatra lo avrebbe già notato. La circonferenza cranica andrebbe rimisurata: i bambini si muovono e non sopportano nulla in testa, gli errori sono possibili. Basterebbe che avesse 45, 45,5 e sarebbe tutto nella norma.
Per quanto riguarda la sua alimentazione, sappi innanzitutto che la carota cotta è lassativa mentre cruda è astringente. Quindi la puoi reintrodurre tranquillamente nella dieta. E anche la patata, se nell’insieme del brodo vegetale ne metti poca, non sarà certo responsabile della stitichezza che di solito si combatte dando pera, kiwi (dipende dall’età) e mela cotta più qualche cucchiaino di succo di prugne cotte ed evitando banane e riso o crema di riso.
Secondo i percentili, quindi, non mi sembra in sovrappeso. Però bisognerebbe vederlo, in quanto, se l’aspetto fa pensare ad un bimbo cicciottello può voler dire che, alimentato meno, sarebbe destinato a crescere in modo più consono alla sua costituzione.
Visto che ha la testina piccolina, infatti, potrebbe voler dire che la sua costituzione è esile, la sua ossatura leggera e quel peso al 50° centile per lui è un po’ troppo. Quello che noto della sua alimentazione è l’eccessivo numero, a mio parere, di cucchiaini di olio che metti nella minestrina: uno per pasto è più che sufficiente. Due, massimo tre cucchiaini al giorno vanno benissimo (andrebbero bene anche per un adulto!). Se ti sembra eccessivamente grosso puoi ridurre un po’ i cereali dando un cucchiaio e mezzo di pastina anziché due, stando soprattutto attenta a calcolare i cucchiai rasi, non con la montagnetta di pastina sopra. Quindi, o due cucchiai rasi o uno e mezzo se non li pareggi prima di metterli nel brodo vegetale. Nel latte, la mattina, puoi dare un cucchiaino di biscotto solubile e uno di farina di cereali misti. Il pomeriggio, lo yogurt può essere quello bianco intero non dolcificato all’origine al quale aggiungerai un cucchiaino di miele e un cucchiaino di biscotto oppure puoi dare mezza pera grattata con un cucchiaino di biscotto. Se ama sgranocchiare il biscotto non ne mettere altri nello yogurt o nella frutta. Il latte dopo la minestrina, se durante il giorno ha già preso 210 la mattina e uno yogurt il pomeriggio che equivale circa a 180 di latte, in realtà non servirebbe, ma se lo vuole, non darne più di 100 gr. Non aggiungere mai zucchero a quello che mangia se non allo yogurt del pomeriggio. Stai anche attenta al parmigiano che metti nella minestrina come condimento: solo un cucchiaino da caffè raso, non di più, ed è anche facoltativo. Non dare più omogeneizzati di nessun tipo che contengono amidi e sostanze varie aggiunte, inutili. Se hai fretta solo liofilizzati, ma anche quelli andrebbero aboliti. Come vedi, togliendo tre, quattro cucchiaini di olio in eccesso al giorno (ogni cucchiaino da 5 grammi apporta 45 calorie in eccesso) più i cereali del pomeriggio che mi sembrano superflui se mangia anche il biscottino dopo lo yogurt (ogni cucchiaino di cereali apporta 25 calorie, sempre che sia raso), eliminerai dalla dieta del tuo bimbo circa 250, forse 300 calorie inutili che, moltiplicate per 30 giorni, alla fine del mese saranno più di 7000 calorie! E questo senza nulla togliere alla varietà e alla completezza della sua alimentazione giornaliera.
Per la stitichezza bisogna aumentare molto i liquidi (acqua, tisane, camomilla), cercando, naturalmente, di dolcificarli il meno possibile e di non prendere le tisane solubili già zuccherate, e dare la frutta possibilmente nelle prime ore della giornata. La verdura mista va benissimo ma può già essere data non troppo frullata purché ben cotta: alcuni pezzettini morbidi facilitano il transito intestinale e stimolano la peristalsi. Alcuni cucchiaini di cereali dolci, dati nel pomeriggio, possono essere sostituiti con malto-destrine tipo Nidex, che facilitano il transito intestinale.
In merito ai risvegli notturni, se il bimbo comincia a gattonare e a mettere i primi dentini può avere un po di ansia e alcune fitte alle gengive. Come potrebbe essere infastidito dal pannolino bagnato se beve molto prima di dormire. Oppure i soliti sogni legati alle emozioni provate durante il giorno, del tutto fisiologici e benefici. Fai bene a non svegliarlo del tutto e a tranquillizzarlo con il ciuccio. Se vorrà altro tipo di attenzioni lo chiederà e te lo farà capire. Non dare mai di più di quello che ti chiede.
E, in ultimo, non prestare attenzione all’alimentazione solo per la paura del sovrappeso: cioè, sicuramente una alimentazione errata e eccessiva porta al sovrappeso ma non solo le persone tendenti al sovrappeso devono seguire una giusta alimentazione. Seguire una corretta alimentazione non deve essere vissuto come una condanna a vita ma come un piacere, una consapevolezza che è il miglior modo per volersi e voler bene. Una giusta alimentazione, inoltre, non esclude a priori gli stravizi, solo li considera tali e non li inserisce quotidianamente nella sua alimentazione ma solo saltuariamente, una, massimo due volte alla settimana.
Le vere gratificazioni sono quelle dello spirito, non solo quelle del corpo.
Un caro saluto,
Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone