Consigli per togliere il pannolino di giorno


Buongiorno Dottoressa,
mi chiamo Carmen e sono la mamma di un bambino di 3 anni e mezzo, e a tutt’oggi non riesco a fargli usare il vasino.
Il bambino si trattiene per 3, se gli impongo di usarlo ha un rifiuto totale.
Le chiedo la cortesia di aiutarmi perché con le mamme che parlo mi dicono che il proprio figlio usa il vasino, mio figlio qualche volta (raramente) mi chiama dicendomi "pipì" e lo usa, mentre le altre volte non lo usa.
La ringrazio e la saluto,
Carmen

Cara Carmen,
prima di tutto vorrei sapere se tieni ancora il bimbo col pannolino o se lo hai tolto del tutto.
Per quanto riguarda la pipì, visto che inizia a rendersi conto di doverla fare un attimo prima di averla fatta, io, di giorno, lo toglierei definitivamente, magari approfittando di alcuni giorni di calma durante i quali puoi occuparti a lungo di lui tenendolo a casa da scuola: le vacanze di Pasqua potrebbero esserti di aiuto.
Non portando più il pannolino, lo accompagnerei in bagno ad orari fissi, ogni tre, massimo quattro ore e lo metterei sul vasino, o sul wc se capisci che il vasino gli sta antipatico.
Devi avere la pazienza di stare anche tu vicina a lui o nelle immediate vicinanze e nel momento che sta provando non devi lasciarlo solo e andare a fare qualcos’altro. Questo, però, senza assillarlo e senza trasmettergli fretta. Ci riuscirà una volta su due o su tre, non importa, però quella volta sarà festeggiato a dovere e gli verrà promesso un regalino che sarà lui stesso a scegliere, magari il giorno prima; non lo devi comprare, andrai a comprarlo assieme a lui solo se si sarà comportato bene.
Da quel momento il pannolino di giorno dovrà diventare un ricordo.
Rimarrà la notte, forse: finché lo troverai bagnato di mattina ti consiglio di aspettare qualche tempo per toglierlo anche di notte, ma appena lo troverai asciutto la prima volta lo toglierai anche di notte spiegandogli cosa stai facendo e responsabilizzandolo dicendogli che è ormai grande.
I tempi devi stabilirli tu, ma puoi anche aspettare l’estate se ti rendi conto che non è ancora pronto per acquisire la continenza notturna. Segui il bimbo in modo costante e metodico ma non trasmettergli fretta eccessiva, sarebbe controproducente.
Cerca di organizzare la giornata del bimbo in modo quanto più possibile ordinato e metodico: le abitudini facilitano qualsiasi acquisizione e cerca di fare in modo che non cambi troppo frequentemente ambiente durante il giorno o durante la settimana. Il tuo bimbo riuscirà come tutti gli altri, ha solo bisogno di essere un po’ guidato e rassicurato, ma nessun bambino, in qualsiasi modo sia stato educato e accudito, resta incontinente fino all’età adulta: ogni bambino ha i suoi tempi, ma questi tempi, prima o poi, arrivano per tutti senza bisogno di fare confronti con altri né tantomeno di fare fretta al bambino.
Un caro saluto,
Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone