Congiuntivite allergica?


 

 

Buongiorno gentilissima dottoressa,

 

in occasione di un rialzo della temperatura con punte di di 39,5° da circa 2 gg. tenuta sotto controllo con tachipirina e presenza di catarro dovuto suppongo ad una infiammazione alle tonsille, la mia bambina di quasi 4 anni sta soffrendo anche di bruciore agli occhi con lacrimazione abbondante.

 

Continua a sfregarsi gli occhi (uno in particolare il sx)lamentandosi di avvertire la presenza di un corpo estraneo (lei parla di ciglia) che le punge. Temo possa trattarsi di un inizio di congiuntive allergica, ha gli occhi molto chiari ed il papà allergico. Comincio a pensare che i continui raffreddori e le infiammazioni della gola di cui soffre possano avere anche una componente allergica con ipereattività bronchiale.

 

Lei cosa ne pensa? A che età potrei farle fare le prove allergiche? E soprattutto mi consiglierebbe un collirio leggero da tenere a portata di mano? Ho provato il Tobral, ma nessun beneficio.

 

Questo inverno si è ammalata una sola volta con febbre alta nel mese di marzo ed ha assunto immucytal da ottobre fino ad aprile.

 

Grazie per la sua disponibilità e cortesia.

 

 

 

 

Motivi di infiammazione congiuntivale possono essere irritativi, come il sole o la luce solare intensa, oppure inquinanti ambientali e lo stesso ozono durante le ore di maggiore irraggiamento solare, cioè quelle centrali della giornata, oppure allergia ai pollini, agli acari della polvere, alla forfora degli animali casalinghi, traumatici come un piccolo corpo estraneo e via discorrendo, oppure infettivi come le congiuntiviti virali o batteriche.

 

Senza visitare la bimba, quindi, non posso che consigliarti genericamente un collirio antinfiammatorio da banco a base di camomilla o di eufrasia. Più nello specifico, in caso di congiuntivite primaverile, sarebbe consigliato un collirio a base di disodiocromolgicato oppure di sodio nedocromile, in caso di congiuntivite francamente allergica, un collirio a base di levocabastina o desametasone. I

 

l collirio Next, con la sua azione naturalmente lubrificante, non è un vero e proprio farmaco ma può dare sollievo nei casi di irritazione cronica della congiuntiva. Il tobradex che contiene un antibiotico, la tobramicina e un cortisonico, è un collirio antinfiammatorio che previene le infezioni batteriche che si possono instaurare su una congiuntiva irritata, Tetramil e Imidazyl antistaminico sono due colliri antinfiammatori vendibili senza ricetta e genericamente decongestionanti.

 

Però sarebbe più opportuno un consiglio di un oculista e, tra l’altro, anche un esame completo della vista se la bimba non l’ha ancora mai fatto.

 

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone