Comportamento anomalo, di punto in bianco


Buongiorno dottoressa,
sono Viviana, la mamma di Sara una bimba di 27 mesi.
Non ho mai avuto problemi con la piccola.
Da tre mesi la sera prima di coricarsi le dò il Nopron, un sottodosaggio, infatti nelle due ultime settimane le dò un terzo della posologia per la sua età.
La scorsa settimana con facilità l’abbiamo disabituata al ciuccio.
Ma da due giorni è cambiata come il giorno e la notte.
Verso il mezzogiorno e la sera prima di coricarsi si trasforma in una pazza.
Si toglie i vestitini urlando, per poi urlare per farseli rimettere.
Piange e dice cose insensate.
Stremata si addormente tra le nostre braccia, ma poi al contatto con il lettino apre automaticamente gli occhi e ricomincia a strillare.
Idem nel lettone.
Non è successo nessun fatto strano in famiglia, l’unico cambiamento è stato il ciuccio.
C’è da dire anche che da quando non lo usa più ha volontariamente rifiutato il sonnellino pomeridiano, quindi potrebbe essere che le dieci ore di sonno notturno non le bastino.
La prego di aiutarci perchè per mamma e papà vederla così ci fa stare malissimo, sembra indemoniata…
La ringraziamo e le auguriamo una buona giornata.
Viviana, Mario e Sara


Vi consiglio di sospendere il nopron per il dubbio che alla piccola faccia l’effetto paradosso a volte descritto, cioè eccitazione anziché induzione del sonno e riduzione dei risvegli notturni. Dopo due o tre giorni senza nopron, se nel frattempo, anche con tutte le strategie possibili, non si è calmata, provate a reintrodurre lo ciuccio.
Lo so, sarà forse diseducativo e diventerà poi difficile eliminarlo nuovamente, ma se fosse un mezzo per calmarla sarebbe più che necessario, perché senza un po’ di tranquillità di base difficilmente si può iniziare un dialogo con la piccola e aprire quei canali di comunicazione e di fiducia necessari per capire qual è il suo problema, visto che un problema, anche minimo, la bimba lo deve pure avere considerato il suo comportamento attuale.
Una volta ripristinata la "normalità" compreso il sonnellino pomeridiano che penso proprio sia ancora importante all’età della bimba, capire cosa la disturba è un fatto di pazienza, di sensibilità, di capacità di ascoltarla nei suoi bisogni e di mettersi in sintonia con lei prima di tutto accettandola per quello che è e per come si comporta senza volerla modificare. Bisognerebbe cercare di capire cosa le è successo da due giorni a questa parte per avere cambiato così repentinamente atteggiamento: io, a questo punto, non posso fare di più perché non ho nessun elemento sul quale ragionare. 
Un caro saluto,
Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone