Colichette

Buongiorno Dottoressa,

Le scrivo per dirLe che sono molto preoccupata, in quanto il mio bambino Lorenzo, di 3 mesi e mezzo, continua ad avere coliche durante tutto il giorno e anche durante la poppata.

Di notte si sveglia verso le tre o le quattro e si contorce, mugugna per tutto il tempo fino a che non riesce ad eliminare l’aria.

Mi devo preoccupare per qualcosa di serio? Grazie.

Serena


Non mi specifichi se allatti al seno o con latte artificiale e come sono le feci del tuo bimbo (semiliquide, molto solide, emesse a spruzzo e miste a molta aria ecc.)
Il bambino può ingoiare aria durante la suzione perché succhia rumorosamente; se allattato al seno, le sue labbra possono non aderire completamente all’areola mammaria e ingerire aria, così come, se allattato al biberon, può succhiare da una tettarella non completamente piena di latte con il biberon mantenuto in posizione troppo orizzontale.
Se lo allatti al seno puoi tentare una dieta da eliminazione sospendendo completamente o solo riducendo latte e derivati (soprattutto niente latticini come mozzarella, ricotta, panna e formaggi freschi e, al limite, niente latte vaccino per una settimana); puoi ridurre i grassi dell’alimentazione, la frutta a non più di due frutti al giorno di quelli non troppo zuccherini, i dolci a base di crema, panna e via discorrendo; alcune verdure andrebbero eliminate come carciofi (è permessa solo la parte centrale, il cuore, ma non le foglie), melanzane, legumi con la cuticola esterna (solo lenticchie decorticate, gli altri legumi andrebbero passati al passaverdure manuale), cavolfiori e tutti i vegetali che possono sviluppare aria.
Se il bambino è allattato artificialmente, si dovrebbe valutare l’opportunità di dare un latte o privo di lattosio o privo di proteine del latte vaccino o privo di entrambe.
Bisogna poi cercare di quantificare, soprattutto se allattato artificialmente, quanto latte prende nelle 24 ore ed eventualmente ridurlo se fosse troppo nonché regolarlo un po’ per quanto riguarda l’orario delle poppate per facilitare la digestione. Una volta regolati orario delle poppate, quantità approssimativa di latte nelle 24 ore, qualità della tua alimentazione o tipo di latte artificiale, si può aiutare il bambino con l’abitudine del massaggio quotidiano o anche due volte al giorno e i soliti farmaci anticolica dati a orari regolari anche se in quel momento il bambino non ha sintomi: per esempio, il Mylicon può essere dato un quarto d’ora prima della poppata, una poppata si e una no fino a darlo prima di ogni poppata, se necessario, in piccole dosi, mediamente 6-7 gocce per dose.
Se non bastasse, saltuariamente e non abitualmente, si può somministrare l’alginor nel momento di una colica più intensa del solito. Se le feci del bimbo fossero semiliquide, emesse a volte a spruzzo e la cute perianale fosse spesso arrossata si può pensare ad una intolleranza al lattosio, ma questi consigli più specifici possono essere dati solo dal pediatra che cura il bambino.
Un caro saluto,
Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone