Circonferenza cranica inferiore alla media


Buongiorno,

io scrivo perché oggi ho portato il bambino che ha 2 anni e 9 mesi al controllo dal pediatra e ha visto che la circonferenza cranica è piccola 47 cm, altezza 99cm e 12 kg di peso; sapevamo già che il bambino è minuto, ma oggi ci ha consigliato di fare la visita neurologica, anche se il bambino parla benissimo e dal punto di visto di crescita non fisica è perfetto.

Io sono molto preoccupata e volevo sapere cosa può determinare la testa piccola. Ho già preso un appuntamento con il neurologo, ma nel frattempo cerco delle risposte.

Grazie e cordiali saluti

La circonferenza cranica del bimbo è effettivamente piccola per un bambino di 33 mesi e non raggiunge il limite inferiore considerato di normalità. Però mi è impossibile valutare il problema in quanto non conosco i valori di circonferenza cranica del piccolo nel corso della sua vita, cioè almeno alla nascita e, in seguito, ogni sei mesi fino ad ora, non conosco l’epoca di chiusura della fontanella, la forma del suo cranio e così via…

Per di più non conosco la sua circonferenza toracica che mi permetterebbe di valutare meglio la sua costituzione e non conosco la circonferenza cranica dei due genitori che, se piccola anch’essa, potrebbe costituire un carattere geneticamente trasmissibile. Inoltre non so se vi è stata una chiusura precoce della fontanella nei primi mesi oppure no. Senza tutti questi dati non posso ipotizzare nulla. Al di là di fattori prettamente costituzionali che non hanno nulla di patologico, un deficit marcato di sviluppo della scatola cranica può portare una riduzione di sviluppo della massa cerebrale, costretta in uno spazio troppo esiguo per crescere regolarmente, tanto che lo sviluppo intellettivo e motorio potrebbe risentirne.

Vi sono poi casi in cui, a causa di una patologia genetica, infezioni connatali o altro, lo sviluppo della massa cerebrale è deficitario e compromesso indipendentemente dalle piccole dimensioni del cranio e questa situazione di massa cerebrale deficitaria contribuisce all’insufficiente sviluppo del cranio in quanto il cervello stesso non invia sufficienti impulsi a crescere alle ossa del cranio, in un certo senso, spingendo da di dentro per potersi espandere. Però le microcefalie che dipendono da una causa genetica o infettiva interessante anche lo sviluppo cerebrale molto difficilmente rimangono silenti fino all’età del tuo bimbo, pertanto mi orienterei o verso una microcefalia costituzionale – sono i casi più frequenti – oppure una microcefalia dovuta a precoce saldatura delle ossa del cranio o craniostenosi.

Per una trattazione più approfondita che, comunque, non potrà essere per te una risposta molto esauriente in quanto, non conoscendo i dati elencati prima, come ho detto, non sono in grado di parlare in modo specifico del problema del tuo bimbo, ti rimando ad un’altra risposta sullo stesso argomento che ho avuto modo di dare su questa rubrica nel mese di settembre del 2009 dal titolo "microcefalia e craniostenosi". Visto che il tuo bimbo non sembra avere nessun tipo di deficit neurologico, io proverei a rimisurare la circonferenza cranica in quanto, se anche ci fosse stato un piccolo errore di misurazione dipendente, magari, da un movimernto fatto dal bimbo proprio nel momento della misurazione stessa, basterebbe che invece di 47 cm la circonferenza fosse di 48 o 48,5 cm che non vi sarebbe motivo di preoccupazione alcuno. Di solito, però, uno sviluppo deficitario del cranio si evidenzia al più tardi attorno al nono mese o comunque prima della fine del primo anno di vita: rendersene conto attorno al terzo anno mi lascia un po’ perplessa: è per questo motivo che sarebbe bene conoscere altre informazioni riguardanti la crescita del bimbo.

Se lo desideri puoi scrivermi nuovamente fornendomele.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone