Cesareo d’urgenza e rigurgiti della neonata

0
411

Buon giorno dottoressa,

sono diventata zia da due giorni e non le dico l’emozione che ho provato, però è pur vero che sono un po’ preoccupata per la mia piccola nipotina.

Lei è nata a seguito di un cesareo di urgenza, dovuto dal fatto che a mia sorella è salita la febbre alta e aveva dolori alla schiena.

Ovviamente la febbre le è stata trasmessa e anche se dopo poche ore non aveva più niente, continua però a vomitare spesso. È normale tutto questo?

Grazie per lo spazio che ci dedicate.

 


Vi possono essere infezioni che non sono giudicate pericolose se contratte da un adulto, ma che possono diventarlo se trasmesse a un nascituro, vuoi per via trans placentare, prima del parto, vuoi attraverso il passaggio nel canale da parto, se la nascita avviene in modo naturale.

Credo che questo sia stato il motivo che ha indotto i medici a praticare il cesareo a tua sorella. La bimba sarà senz’altro stata sottoposta ad accertamenti, prelievi e, forse, terapia antibiotica, preventiva o curativa che sia, ma il vomito (che, se ho ben capito, è della bimba e non della mamma), specie se nelle prime ore dopo il parto, può anche dipendere dalla necessità di espellere il liquido amniotico ingerito, oltre che essere espressione di una qualche patologia.

Io, purtroppo, non so nulla della bimba e delle sue condizioni alla nascita e non posso valutare di che tipo di vomito si tratti, visto che potrebbe, al limite, dipendere anche da un problema cerebrale: ma in questo caso sarebbe espressione di una importante sofferenza cerebrale e non mi sembra che sia il caso della tua nipotina; di più non posso proprio dirti, ma spero che tutto si stia risolvendo nel migliore dei modi.

Un caro saluto e molti auguri,

Daniela

 

Cesareo d’urgenza e rigurgiti della neonata
Vota questo articolo