Cambio di latte da HA a HD


Salve,

io ho un bambino di tre mesi e mezzo. Giovedi 11 dicembre 2008 ha eseguito le prime vaccinazioni, non ha avuto febbre. Nello stesso giorno la pediatra gli ha cambiato il latte in polvere perché da una settimana rigurgitava in continuo e aveva delle coliche fortissime.

Da Nidina 1 ha siamo passati a Mellin HA, però da due giorni (cioè dal 14 dicembre), il mio bambino ogni volta che mangia fa la cacca, mi chiedo è preoccupante? È il latte oppure le vaccinazioni?

La pediatra ora mi ha detto di passare a Mellin HD visto che io sono un soggetto allergico (non al latte e non alle uova) però questo latte stava andando bene, aveva smesso di rigurgitare e non aveva più coliche.

Grazie.


Solitamente, i latti denominati HD sono anche detti ad alta digeribilità e si riferiscono a latti privi di lattosio o con la presenza di lattosio predigerite: essi si consigliano in caso di intolleranza al lattosio, mentre i latti HA sono anche detti ipoallergenici perché contengono proteine di derivazione vaccina predigerite, quindi meno allergizzanti.

I latti HA, quindi, si prescrivono nell’allergia (solo se modesta) alle proteine del latte vaccino, mentre i latti HD si prescrivono nell’intolleranza al lattosio, cioè quando manca la lattasi intestinale che è un enzima che serve a digerire il lattosio.

Ora, una intolleranza al lattosio con manifestazioni (diarrea, principalmente, ma anche coliche e vomito) così precoci farebbe pensare a una intolleranza congenita, cioè una mancanza di lattasi sin dalla nascita; ma se fosse mancata la lattasi sin dalla nascita, il bimbo non avrebbe potuto tollerare nemmeno le prime poppate, visto che sia il latte materno, sia il latte adattato contengono quantità piuttosto alte di lattosio e i sintomi sarebbero comparsi praticamente subito e soprattutto non sarebbero migliorati o cessati con un latte HA che ha, sì, proteine modificate, ma lattosio intero e non digerito.

Questo mi fa pensare che il bimbo non abbia problemi con il lattosio ma, forse, vista anche la costituzione allergica della mamma, con le proteine del latte vaccino. Allora io credo che sia, per ora, sufficiente il primo cambio di latte, cioè la somministrazione di un latte HA, mellin o altra marca che sia, visto che, tra l’altro, erano spariti rigurgiti e coliche.

Un altro motivo per pensare all’intolleranza al lattosio (questa volta solo transitoria e non congenita cioè non guaribile) sarebbe, poi, nella storia clinica del bimbo, una pregressa gastroenterite di natura virale di una certa entità, che avrebbe dovuto provocare numerose scariche acquose, febbre, ecc., ma non mi sembra che sia nemmeno questo il caso del bimbo: a tre mesi, andare di corpo ad ogni poppata, non è un sintomo preoccupante di per sé, quello che conta è l’aspetto delle feci emesse, che deve essere nella norma, cioè le feci devono avere la consistenza tipo maionese, essere di colore giallo o vagamente grigiastre se assume HA e di una consistenza cremosa o granulosa tale da non dover essere totalmente assorbite dal pannolino ma da rimanere in superficie, proprio come se si trattasse di una crema, per intenderci.

Quindi, ad occhio e croce, senza certezze assolute visto che non posso avere il bimbo sott’occhio, penso che sia sufficiente optare per un latte HA, che il bimbo aveva già assunto con un certo successo e continuare con questo se il bimbo lo assume volentieri, se cresce di peso, se non ha coliche o rigurgiti o vomiti e se non ha feci sospette, intendendo per sospette delle feci liquide, verdastre, emesse, magari, a spruzzo e accompagnate quasi sempre da coliche gassose e/o dermatite e/vomito o rigurgito.

Però, qualora, dopo un primo transitorio miglioramento, il corredo di sintomi dovesse riprendere, magari associandosi a dermatite, sarebbe bene avere la certezza dell’allergia alle proteine del latte vaccino (ricerca del sangue occulto nelle feci positiva, presenza di muco nelle feci) e se vi fosse una vera e propria, franca, allergia alle proteine vaccine, nemmeno il latte HA basterebbe e bisognerebbe passare a un latte francamente dietetico con proteine idrolisate come il Pregomin o simili.

È difficile stabilire se le vaccinazioni possano aver influito sull’equilibrio intestinale del bimbo: ad occhio e croce no, se non ha praticanto anche il vaccino contro il rotavirus, ma se qualcosa si fosse modificato nell’equilibrio intestinale del bimbo, potresti dare fermenti lattici contenenti lattobacillo reuteri per alcune settimane.

Un caro saluto,

Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento